XIII giornata mondiale contro la violenza sulle donne

In questo stato di perenne campagna elettorale la politica si accorge del dramma della violenza sulle donne: in  parlamento si moltiplicano le iniziative di legge, ed il governo si è addirittura ricordato di firmare la Convenzione europea di Istanbul contro la violenza sulle donne. Ovviamente a seconda della categoria politica e sociale d’appartenenza, ed in funzione delle manifestate sensibilità personali riuscirete a classificare i nostri politici in chi vuol risolvere e prevenire e chi vuol soltanto punire (dopo).

Personalmente sono tra i primi: in primis vorrei impedire, prevenire e rimuovere le cause della violenza e qui ad Orvieto noi supportiamo il 25 novembre, “giornata mondiale contro la violenza sulle donne” indetta dall’Onu nel 1999. Ci vediamo ad Orvieto, in piazza della Repubblica.

Stop al femminicidio, basta violenza sulle donne
Stop al femminicidio, basta violenza sulle donne

L’iniziativa in dettaglio

OLIO CONSAPEVOLE PER IL 25 NOVEMBRE
Giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne

La risoluzione dell’ONU n°54/134 ha stabilito nel 1999 la ricorrenza del 25 novembre come Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.
Tutti i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG sono invitati a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla violenza di genere.
La giornata non deve essere una ricorrenza rituale ma l’occasione per verificare se le politiche e le conseguenti azioni sono adeguate a contrastare l’inaccettabile fenomeno sociale della violenza di genere, definita dall’Assemblea dell’ONU violazione dei diritti umani.

Ad Orvieto l’associazione di volontariato L’Albero di Antonia sarà in piazza per diffondere il significato del 25 novembre e le convenzioni internazionali in materia di prevenzione e contrasto alla violenza, nonché informazioni sul Centro di Ascolto di Orvieto e le iniziative programmate per il 2012-2013, e sulle varie tematiche riguardanti la salute, i diritti e la libertà delle donne.

Quest’anno la presenza de L’Albero di Antonia si unisce all’iniziativa del Comune di Orvieto per promuovere l’Olio dei Colli Orvietani, portando contenuti di alto valore umanitario, sociale e culturale.
Il 24 novembre, dalle ore 15 alle 19 ed il 25, dalle ore 11 al 19,accanto alle iniziative di “Pane, olio e fantasia” si potrà acquistare anche “l’olio consapevole” per sostenere il Centro d’Ascolto Antiviolenza gestito da L’Albero di Antonia.
Il sostegno alle attività di contrasto della violenza di genere da parte dei produttori di olio e dei frantoi dei Colli Orvietani dimostra la maturità e la consapevolezza di questo importante settore produttivo, legato alla propria terra ed al lavoro delle donne, protagoniste tra le lavoratrici agricole e le produttrici di olio.
L’interessante iniziativa dell’olio consapevole, con il forte richiamo al valore delle persone ed alla qualità delle produzioni, è la prima in Italia, grazie alla condivisione con il Comune di Orvieto ed alla disponibilità dei frantoi e dei produttori di olio dop dei Colli Orvietani.

Annunci