Visioni in Movimento

no spamDeruta 2/12/2012

La Mozione del Territorio Orvietano, riconosciuta e rilanciata anche dal Gruppo Perugia aveva uno scopo ben Preciso: Evitare insulse campagne elettorali personali e personalistiche da parte di chi non era stato riconosciuto come portavoce neanche dal suo gruppo di riferimento. Abbiamo tentato in tutti i modi di spostare le auto-candidature su una condivisione di programma e abbiamo lavorato su questo:

http://movimento5stelleorvieto.wordpress.com/programma-in-progress/

e non sui filmini amatoriali del candidato. Noi volevamo arrivare oltre e più lontano: Una riunificazione del Gruppo Regionale. Non è stato possibile, si è avuto paura del confronto. Con l’attuale legge elettorale (liste bloccate) i candidabili hanno deciso di non smuovere le acque e tentare la sorte o magari sfruttare i voti cammellati. Retaggi di vecchia politica malsana.
L’assemblea, fortemente disturbata, non ha potuto procedere in tal senso perdendo così un’opportunità di coesione a livello Regionale. Vecchi fantasmi ritornano, quei fantasmi che hanno già prodotto alle passate amministrative…

View original post 182 altre parole

Annunci

2 pensieri su “”

  1. nel pieno rispetto della dialogica:
    mi sento contrario non a questo testo ma alla lettura che avete dato. Non si può pretendere di avere ragione su una questione che vive di equilibri.
    Io le cordate non le sopporto e quando il gruppo di Perugia mi ha detto, ieri a Deruta, dopo l’assemblea che i candidati che sostengono sono Alessandro Piano di Perugia e Massimo Maggi di Orvieto…allora ho capito che le volontà per fare i giochi ci sono.
    Non era vero che si voleva essere democratici o liberi di scegliere.
    Se si diceva fin dall’inizio che vi volevate autosostenere erano: patti chiari!!!
    Siete venuti a Deruta con una strategia, non è un problema perché forse posso anche condividerlo. Ma non l’avete dichiarata prima. Questa è mancanza di rispetto. Io delle considerazioni di e su Alfano me ne strafotto, della questione Massonica di Mommi me ne strafotto.
    …e oggi ho preso visione anche del fatto che Maggi ha parlato per suo interesse personale ieri quando tutti, lui incluso, urlavamo come bestie, bene: me ne strafotto.
    Ora che abbiamo raggiunto il fondo per l’umbria possiamo solo che risalire.
    La prossima volta (orvieto e perugia) venite con le carte scoperte come tutti gli altri. Consolidate le relazioni umane con fiducia reciproca e non cercate alleanze strategiche per i grandi ideali.
    Marco Marongiu per se stesso
    appartenente al movimento 5 stelle di terni.

    1. Neanche conosco tutti quelli di Perugia, non c’era che io sappia alcuna strategia. L’odg non parlava di questo, aggiungerei.
      Orvieto si è azzardata a proporre un “programma” comune, a discutere in stile meetup dei problemi di tutti noi sul territorio, a proporre una visione di alto livello e di lungo periodo, che includesse dagli anziani dei nostri territori al futuro della democrazia, pochi interventi hanno mantenuto il livello e lo sai. Pare ovvio, visti questi contenuti da tutti indicare tizio o caio quale candidato ideale. Pare ovvio considerare sempronio un accaparrapoltrone ed un altro tizio un povero mentecatto.
      Io personalmente non ho urlato come una bestia, ho cordialmente salutato quello che mi è più sulle palle di tutti i presenti, e tu sai di chi parlo, e siccome non solo esattamente un pusillanime gli ho altrettanto cortesemente confermato la mia disponibilità “a discuterne” in esterni. E’ finita li, il casino che molti hanno fatto lo respingo, non è mio.
      Ho calmato Samuele, il cui odg (quindi quello di tutto il MeetUp di Spoleto) non è stato messo in discussione ma devo dire che aveva ragione lui.
      Io mi sono rotto, vi ho mollati e me ne sono andato a comprare dell’Orvieto Classico da Cardeto, poi ce lo siamo bevuti al pranzo di pesce che abbiamo fatto tra amici.
      Deruta è stata la dimostrazione che l’Umbria non ha ancora gli strumenti, magari ha persone degne ma non gli strumenti. Si deve ripartire dal casino fatto e resettare, Chi di noi Orvietani è rimasto li ha almeno provato a fare questo.
      Non accetto accuse di combine, Marco. Non ci sono state, noi votiamo presa visione di idee e proposte sul sito del MoVimento e se abbiamo qualcosa da dire Grillo stesso non ci facciamo il problema, ne ci facciamo scudo delle pieghe di comunicati e NonStatuto. Hai capito male e stai fottutamente offendendo e diffamando chi è dalla tua cazzo di parte.
      Che diamine, volete andare per conto vostro, fatelo. Ne parliamo il 2014 con le regionali ma non so se in un incontro o solo online, scegliete Voi a questo punto.
      Stay tuned, change in progress

      PS
      Sia online che di persona resto a tua disposizione e rimaniamo a vostra disposizione. Con Todi si parla d’assetto idrogeologico in comune, con Terni si deve affrontare il futuro della riconversione industriale e lo sviluppo sostenibile, tanto per cominciare.
      Qualora lo vogliate, anche se ci mandiamo personalmente affanculo, siamo dalla Vostra parte e Vi spallegeremo in ogni modo.

      Here we go

I commenti sono chiusi.