Inizia la Raccolta Firme

I Firma Day per Orvieto iniziano subito, anzi sono già iniziati.

raccolta_firmeDa stamane infatti è possibile firmare alla Casa Comunale, in piazza del Municipio, Orvieto Rupe, alla segreteria del primo piano dalle 9 alle 12 tutti i giorni tranne i festivi (sabato incluso).

Giovedì mattina presto, alla Stazione ore 6 antimeridiane, per venire incontro alle esigenze di quei tanti pendolari i cui orari non coincidono assolutamente con quelli ben più comodi cui i più fortunati sono abituati metteremo a disposizione un banchetto informativo, sarà forse anche possibile firmare ma non dipende da noi l’autentica delle firme quindi non lo garantiamo, tuttavia ci proveremo.

Un piccolo gesto democratico quello della firma, attraverso il quale chi NON è già presente in parlamento, superando il momento della raccolta ed una serie di adempimenti burocratici di una noia da governo tecnico, si manifesta il diritto di partecipare alla competizione elettorale.

Con entusiasmo incontreremo tutte quelle donne e quegli uomini che vorranno contribuire a permetterci di partecipare a questo confronto, così con piacere staremo li a raccogliere e discutere anche le Vostre idee  domande su programmi, idee, problemi del territorio e della nazione.

A presto dunque, e non portatevi la penna, quelle le abbiamo noi, Voi invece a firmare portatevi degli amici.

PS

Tutti gli aggiornamenti saranno (anche) sul calendario di Orvieto Civica: http://orvietocivica.com/calendario/

Orvieto – Roma, sola andata

Si è svolto l’atteso incontro dei candidati Umbri al Parlamento Italiano del MoVimento 5 Stelle. Nel piacevole ambiente dell’Eco Osteria di “La Svolta” con la presenza di delegati portavoce dei moltissimi MeetUp della nostra verde regione i giovanissimi ma esperti ed intrapendenti candidati Deputati e Senatori della Repubblica honno cominciato a tracciare il percorso, la rotta, verso Roma.Capolista alle elzioni politiche 2013

Un lungo tragitto ricco, sin dalla partenza, di trappole messe ad arte dalla spaventatissima classe politica al governo ed asperità burocratiche che infastidiscono e rallentano il cammino democratico. Ma niente panico, ce la possiamo fare. Possiamo dare voce a tutti gli esclusi sommersi dal tanfo della casta e schiacciati dal peso di istituzioni consumate dal tempo ed occupate non da uomini di rinnovamento ma da vecchi baroni che mirano solo al mantenimento dello status quo.

L’appassionata partecipazione e la volontà di cambiamento saranno il faro che illuminerà la strada che ci potrà portare fuori da questa lunga notte, iniziata tempo fa col berlusconismo e proseguita a forza di governi che di tecnico non hanno solo il nome ma la caparbia ottusità di quelle macchine che ripetono ossessivamente lo stesso programma, che funzioni o no, che serva o che sia dannoso.

Abbiamo conosciuto e messo in relazione delle belle persone, con idee semplici e chiare, aderenti ad un programma volto a creare un vero e definitivo cambiamento, ci saranno mille ostacoli ma arriveremo a Roma… malgrado tutto.