carte, timbri e bolli anche per noi

Il MoVimento non è solo in rete, questo si sa, lo sa chiunque ci ha incontrato nelle piazze, nelle strade, nei centri storici, nelle aree a rischio.
Però quello che a volte sfugge è la quantità di burocrazia con cui persino noi dobbiamo confrontarci: dalla raccolta firme al protocollare atti, dalla gestione dei contatti con gli organismi di controllo al semplice volantinaggio.
timbri bolli e carte anche per il 5 stelle

Insomma anche noi, come tutti Voi, dobbiamo combattere con carte, timbri e bolli nell’avere a che fare con la pubblica amministrazione. Ed è anche per questo che restiamo motivati a cambiare le cose, alla trasparenza, alla semplificazione, allo snellimento delle pratiche amministrative.

Restate sintonizzati:

Annunci

Do you MeetUp?

Siete Orvietani e/o votate qui ad Orvieto? Non siete iscritti ai partiti politici?

Iscrivetevi al MeetUp Orvieto 5 Stelle, nel 2014 avrete modo di far sentire la Vostra voce e decidere  sui programmi e su quali cittadini (tra Voi) entreranno a portare le 5 Stelle nel nostro municipio. All’attivazione, non immediata, gli iscritti avranno accesso ai servizi informatici per fare al volo segnalazioni, denuncie, proposte e per interagire con i nostri cittadini parlamentari nelle varie commissioni (quindi non solo i cittadini parlamentari Umbri) e con i cittadini nei consigli comunali e regionali. Avrete accesso anche ai documenti, i moduli raccolta firme, ed ovviamente, alla nuova sede in centro.

how-to-organize-a-mashable-meetup-12e0907a01
http://www.meetup.com/Orvieto5stellehttp://www.orvieto5stelle.it

Corbara: lago e risorsa turistica?

Corbara,

Cominciano le belle giornate e come spesso capita a noi che stiamo in giro per lavoro potrebbe piacerci un attimo di relax sul lago… certo ci vorrebbe un pò di spazio attrezzato, un pò come fanno nelle regioni del nord dove, da sempre, i laghi, soprattutto quelli vicini alle uscite delle autostrade, sono considerati risorse turistiche.

Però noi siamo avvantaggiati ed esclusivi; infatti una foto come questa, probabilmente, da quelle parti non l’hanno davvero mai potuta fare. Saluti e baci dal lago, gente.

Corbara

Restate in contatto:

Esame d’immaturità

Non c’è stato uno scandalo tangenti, nessun”er Batman”.

Eppure il MoVimento 5 Stelle non ha raccolto sul territorio, per l’elezione degli amministratori locali, quanto avrebbe potuto.

Non c’è stato da parte nostra un venderci a sostenere un governo con il Pd, non siam stati noi a fare ampie intese e grandi accordi con Berlusconi, uniti in un governo che non ha ancora prodotto quasi nulla se non rinviare la stessa IMU voluta da loro di qualche mese.

Eppure il voto, di chi a votare c’è andato, ha per paradosso premiato proprio Pd e Pdl.

A Siena, per dirne una, il M5S è fermo intorno l’8% nella Parma dell’MPS, del peggior intreccio Affari & Politica, eppure chi raccoglie di più è paradossalmente la lista ed il candidato espressione di quell’area elettorale.

Qui in Umbria abbiamo una forbice dei risultati assolutamente delirante, si va dal 19% e dintorni di Trevi, motivata anche dal grande spessore degli attivisti locali in sostegno del M5S, all’imbarazzante 3 e mezzo di Castel Giorgio.

Questo merita un approfondimento, sia perchè Castel Giorgio è dietro l’angolo sia per i soli 50 votanti per la lista pentastellata.

antipolitica-2Ebbene il risultato sembra, anzi è, il peggior voto della classe, quel giudizio di “scarso” che va oltre l’insufficienza dell’incosistente “comitato dei territori” che sosteneva il candidato Stefano Fiocco, che avrà pure le sue colpe, ma che francamente non ci sembra abbia avuto comportamenti scandalosi; non è stato Fiocco, ma codesto fantomatico “comitato dei territori orvietani”, ad aver polemicamente aggredito, anche attraverso la stampa e per inutile vanità, i nostri deputati in visita al locale carcere accompagnati dal sottoscritto portavoce del Meetup di Orvieto (spazio che vorrebbero per loro), oppure iniziato un querelle via social forum cercando di spingere gli altri meetup della regione a prender posizione contro il sottoscrittoed il MeetUp di Orvieto, ed addirittura aggredendo lo stesso Beppe Grillo sulla questione sacrosanta dello Ius Soli e dell’assassino Kobobo come se si dovessero letteralmente “vendere” a SEL o Rifondazione.

Anche grazie all’incapacità ed alla vergognosa malizia di costoro dei “territori orvietani” a Castel Giorgio il cambiamento è rimandato a data da destinarsi, complimenti a questi grandi intellettuali, complimenti anche a chi li pazienta ancora.

Sulla decisione presa dai votanti e sul loro esser delusi di quanto abbiamo fatto, stiamo facendo e faremo a Roma in Parlamento e nelle Commissioni, invece pensiamo che:

“Per prendere corrette decisioni bisognerebbe avere una corretta informazione”

E’ noto che per quanto riguarda il M5S l’informazione è stata piuttosto scorretta, non c’è bisogno di scendere nei dettagli ora ma a bocce ferme sarà certamente fatto. Del resto i giornalisti, anche quelli locali (ad esempio l’ultima sciocchezza sul sottoscritto e sul M5S territoriale è su “La Nazione” di giovedì scorso) sentono il fiato sul collo dei nostri parlamentari che vogliono levare il “finanziamento pubblico ai giornali”, hanno paura, e possiamo capirli.

Quanto a quelli correttamente informati ma demotivati, quelli che hanno perso la speranza (milioni di persone), oggi diciamo che li capiamo benissimo, noi insistiamo, chiederemo la forza per quest’inversione di rotta necessaria, ma si, vi comprendiamo; oggi accusiamo il colpo e ci lecchiamo le ferite, anche quella del Vostro abbandonarci, ma noi ci siamo e ci saremo ancora.

Amministrazione 5 Stelle: facciamo un esempio

Tanto per rimanere a fare i fatti in questo mondo di parole, in ordine al come potranno amministrare i 5 Stelle, raccogliamo in un bignami questo primo anno d’amministrazione nella città di Parma.

comune_parma saluti

Dopo un anno di amministrazione M5S a Parma questi sono i più importanti obiettivi raggiunti:
– Debito ridotto: circa 200 milioni in meno rispetto ad un anno fa. L’opposizione fino a qualche mese fa chiedeva procedura per dissesto finanziario, ora invece i conti sono in ordine
– Raccolta differenziata: nel Centro è al 70%, il nuovo obbiettivo è di arrivare al 70% nell’intero circondario.
– Bilancio in avanzo: il Bilancio è stato chiuso a gennaio. Prima di tutti. Ora con i dividendi Iren circa 600 mila euro sono destinati alle famiglie, 200 mila per il fondo anti crisi e per un altro milione spendibile (derivante da avanzo di Bilancio) si deciderà a settembre. Altri 15 milioni di avanzo servono in parte per il fondo rischi per salvaguardare il Comune dalle cause provocate dalla passata amministrazione.
– Partecipazione dei cittadini: Nel corso di un anno si sono tenuti 40 incontri pubblici, partecipati e volti a spiegare i progetti della Giunta e per recepire le problematiche riscontrate dai cittadini
– Trasparenza: il Comune di Parma oggi, pubblica online tutte le determine dirigenziali. Si rende noto ogni capitolo di spesa di questa Giunta: le determine dirigenziali sono documenti che le Pubbliche Amministrazioni in genere tengono gelosamente nascoste, perché al loro interno spesso si cela spreco di denaro pubblico. Ieri per averle serviva una richiesta di accesso agli atti, oggi basta un clic sul sito del Comune di Parma

Ricordate: Fatti non parole.

Lettera a Sallusti e Giletti

Caro Sallusti, Caro Giletti,

La simpatia personale che porto al Vostro acume professionale ed alla Vostra onestà intellettuale è secondo solo alla stima che ho dell’equilibrio e della limpidezza dei vostri commenti politici. Tuttavia a tal proposito mi permetto alcune piccole insignificanti noticine.

In tanti credono aquello che sentono da te, Giletti, o leggono da te, Sallusti, robe come:“i grillini non vanno oltre la protesta” e “a Roma non fanno nulla”.

collage sallusti e giletti

Questo bignami, questo “Camera Cafè”, è anche per Voi, per evitare che in futuro facciate tali evidenti sbagli, così non sarete chiamati affettuosamente “pappagalli delle tv e dei giornali”, noi questo non lo vogliamo. Vogliamo che Voi abbiate le corrette informazioni per scegliere se fare correttamente il Vostro lavoro.

Insomma, carissimi, Vi abbiamo visto troppo concentrati su questioni di “diaria” da migliaia di euro e relativi scontrini per numero sei painini con formaggio presi dal salumiere, tanto da dimenticare che nel frattempo quei cittadini a 5 Stelle fanno risparmiare allo Stato oltre 50 milioni di euro e mentre Pd e Pdl come di consueto si danno da fare per, sembra, spartirsi il potere e mantenere il consenso in tv, discutendo leggi per estromettere i movimenti dalla vita politica, il Movimento 5 Stelle si è finora occupato di finanziamento alle imprese,di Equitalia, di OGM,di cellule staminali , di omofobia e unioni civili, di lotta alla violenza sulle donne , del MUOS, di test INVALSI, di rifiuti zero. Continua a leggere Lettera a Sallusti e Giletti

#tuttiacasatour Viterbo

Viterbo, 24 maggio 2013

Viterbo è spesso stata legata alla nostra città, dai tempi dei Papi ed ancor prima da quelli etruschi, c’è una fortissima attenzione che da Orvieto abbiamo verso quel territorio. Nel mondo contemporaneo, con le prossime rivoluzioni di provincie e regioni, avremo ancora più punti di contatto e dobbiamo prepararci assieme alle sfide comuni.

La nostra solida appartenenza alla regione Umbria non è messa in discussione ma, così come è vero che ogni città è una storia a se, sembra naturale ad ogni orvietano provare maggiore affinità con le problematiche e questioni viterbesi piuttosto che con quelle di luoghi sull’altro lato dell’appennino.

Così mentre il nostro senatore Lucidi si recava al consiglio comunale straordinario convocato nel nostro capoluogo Terni, città delle acciaierie e degli innamorati, e mentre si chiudevano le campagne elettorali pentastellate a Corciano, Passignano sul Trasimeno e Trevi, ed in altri comuni quelle delle liste non certificate di simpatizzanti affini al nostro MoVimento, noi siamo andati a dare manforte ai nostri confinanti, i grandissimi viterbesi a cinque stelle, impegnati con Beppe Grillo per il #tuttiacasatour.

collage tutti a casa tour 2013 viterbo

Marte è vicino…

Sono partiti, già lontani,

A furia di prese di distanze ha preso il volo il fantomatico e inutile “coordinamento dei territori orvietani“, che dice di essere a 5 stelle ma in verità non lo sembra; infatti non perde occasione di aggredire Beppe Grillo, i deputati pentastellati (a cui va la nostra solidarietà e la nostra raccomandazione di fregarsene allegramente) oltre che il sottoscritto ed altri iscritti al MoVimento, ed anche noi di solito ce ne freghiamo bellamente, ma non oggi, oggi facciam festa.collage distanze

Oggi vanno lassù, in un cielo che di stelle ne ha più di cinque avranno modo di fare riunioni, assemblee, collettivi e tutte quelle robe vetero partitiche che a questi fumatori cinquantenni, con il loro corollario di raccomandati e di falliti (in senso stretto, che hanno avuto le ditte dichiarate “fallite”), faranno sentire di nuovo quella frizzante energia che dicono si provi durante l’occupazione universitaria; la meglio mezza età. Che si sa con gli anni o metti su famiglia o diventi un “fuori corso” come nel nostro caso. Se vorranno potranno chiamarsi partito 5 falci, rifondazione a 5 stelle od addirittura MoVimento Democratico delle 5 balle che, comunque vada, su Marte il pianeta rosso saranno i benvenuti. 

Ma come 5 Stelle sono ormai privi della fiducia di tutti noi, già da prima del loro “interessarsi” per la lista di Castel Giorgio, rifiutata e non certificata dal Mov. 5 Stelle che sta abusando del nome e del logo; una boutade, questa, che ci permetterà una prima scrematura tra buoni e cattivelli, tra 5 Stelle ed abusivi, qui in Umbria. Esempi di vecchia politica non ne vogliamo, grazie.

Non sono più loro a prender le distanze, sono soltanto lassù, lontani, puntini insignificanti, anche se tanto tanto arrabbiati, tanto tanto che hanno già messo per iscritto le loro intenzioni bellicose e minacciose nei confronti del sottoscritto e degli altri MeetUp. Ai cittadini diciamo: guardatevene da questi qua, che potrebbero anche fare qualche sciocchezza.

Gestione Tributaria Diretta “Intra Moenia”

Stamane, noi di Orvieto 5 Stelle, abbiamo protocollato la seguente richiesta:

Egr. Sig. Sindaco,

lettera al sindaco di orvieto gestione tributi intra moeniaIn questo pessimo momento economico è preoccupante la mancanza di azioni rapide ed incisive; purtroppo le scadenze arrivano sempre ed a nulla vale restare fermi nell’ipotesi che possa “passare le nottata”. Le sole politiche di spending review, con le loro posizioni strategiche puntanti al contenimento della spesa, sembra addirittura che danneggino le capacità del tessuto lavorativo con gravi conseguenze sociali.

In tal senso il MoVimento 5 Stelle Città di Orvieto, visti gli ottimi risultati ottenuti in termini economici da altre amministrazioni comunali, ritiene che sia fondamentale ritornare alla riscossione diretta, “intra moenia”, delle entrate tributarie o patrimoniali di codesto Comune. Ciò anche a fronte della scadenza del 1° luglio 2013 nella quale potrebbero essere prorogate le attività di Equitalia d’esecuzione forzata, che in mancanza di detta proroga saranno sospese, bloccando di fatto la capacità operativa dell’ente e lo stesso valore del contratto di gestione che, pertanto, andrebbe rinegoziato. Continua a leggere Gestione Tributaria Diretta “Intra Moenia”

Regala un libro…

Si avvicina la giornata del libro,

giornata del libroLa Nuova Biblioteca Pubblica Luigi Fumi aderisce alla campagna nazionale IL MAGGIO DEI LIBRI promossa per il terzo anno consecutivo dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Questo ente ha bisogno d’aiuto, in questa speciale occasione fate un gesto civico con tutti noi andando a comprare e regalare un libro per la biblioteca. Noi lo facciamo, il sottoscritto, a detta della proprietaria della “Libreria dei Sette”, sembra sia stato il primo; ma non è questo l’importante, l’importante è che non sia l’ultimo e che ci sia un’ampia partecipazione, che si esaurisca la listra dei “desiderata” fornita dagli archivisti della “Luigi Fumi”. Ricordate infatti che la biblioteca è pubblica, ma subisce costanti tagli e non può facilmente aggiornare i propri cataloghi con le novità letterarie.

Così vi invitiamo a fare un salto in libreria, magari giovedì che ci sono sconti speciali per i libri da destinare alla “Fumi”, e scegliere ciò che vorreste vedere negli scaffali della biblioteca e tra le mani di coloro  che ne fruiscono. E per i libri più costosi fate una colletta, vi divertirete e farete qualcosa di costruttivo insieme a tutti noi.

Restate in contatto: