Caro “compagno” infiltrato…

Caro compagno “infiltrato”,

“Un delinquente da galera DEVE andare in galera, quella del suo paese se è possibile”.
Che ci vuole a capire le parole di Grillo?
Se poi ti vanti d’essere 5 Stelle e non capisci neanche questo, ebbene, tu non fai parte della soluzione ma del problema.
Adesso puoi gettare la maschera e piantarla d’accusare la più rivoluzionaria delle forze politiche fatte da cittadini per i cittadini d’esser “reazionaria” e cerca di fare la bella figura di andartene da solo con i tuoi “compagni”, che non c’è niente di male ad avere idee diverse dalle nostre e professarle sotto la bandiera che più ti rappresenta, con limpidezza, chiarezza ed onestà.
Disonesto e falso sarebbe restare attaccato alle 5 stelle a trollare, a danneggiare chi si fida del nome dietro cui ti poni.

interventi infaustiComportamento esecrabile, quello dell’infiltrato, e già attenzionato… a maggior ragione quando si tratta di gruppi organizzati; ma forse è proprio quello che i guastatori vogliono: poter fare le vittime dopo.

Annunci

Un pensiero su “Caro “compagno” infiltrato…”

  1. Colgo l’occasione che mi da il cittadino Silvio su questo sito per manifestare un mio personale pensiero da iscritto al movimento ,vorrei dire a tutti gli iscritti e non che hanno scambiato il movimento come un pensionato per nostalgici comunisti radicalchic e appartenenti a correnti più o meno di sinistra che qui da noi “l’esecutivo il coordinamento il comitato di base” e le parrocchie tanto di moda nei vostri partiti qui da noi non ci sono e non ci saranno e che possono andare a radunarsi in qualche altra compagine politica ha loro più congrua lo so miei cari infiltratelli che è figo far parte oggi del movimento ma se avete una coscienza cosa che dubito fortemente visto come si stanno comportando i vostri datori di lavoro nei confronti di un movimento talmente libero e democratico cosa a voi sconosciuta che sembrate delle anime smarrite in un inferno politico .
    Alberto Tavani

I commenti sono chiusi.