Lettera a Sallusti e Giletti

Caro Sallusti, Caro Giletti,

La simpatia personale che porto al Vostro acume professionale ed alla Vostra onestà intellettuale è secondo solo alla stima che ho dell’equilibrio e della limpidezza dei vostri commenti politici. Tuttavia a tal proposito mi permetto alcune piccole insignificanti noticine.

In tanti credono aquello che sentono da te, Giletti, o leggono da te, Sallusti, robe come:“i grillini non vanno oltre la protesta” e “a Roma non fanno nulla”.

collage sallusti e giletti

Questo bignami, questo “Camera Cafè”, è anche per Voi, per evitare che in futuro facciate tali evidenti sbagli, così non sarete chiamati affettuosamente “pappagalli delle tv e dei giornali”, noi questo non lo vogliamo. Vogliamo che Voi abbiate le corrette informazioni per scegliere se fare correttamente il Vostro lavoro.

Insomma, carissimi, Vi abbiamo visto troppo concentrati su questioni di “diaria” da migliaia di euro e relativi scontrini per numero sei painini con formaggio presi dal salumiere, tanto da dimenticare che nel frattempo quei cittadini a 5 Stelle fanno risparmiare allo Stato oltre 50 milioni di euro e mentre Pd e Pdl come di consueto si danno da fare per, sembra, spartirsi il potere e mantenere il consenso in tv, discutendo leggi per estromettere i movimenti dalla vita politica, il Movimento 5 Stelle si è finora occupato di finanziamento alle imprese,di Equitalia, di OGM,di cellule staminali , di omofobia e unioni civili, di lotta alla violenza sulle donne , del MUOS, di test INVALSI, di rifiuti zero.

Il M5S ha chiesto il ritiro delle truppe dall’Afghanistan , una commissione d’inchiesta per l’Aquila, e quella per le elezioni, deputata a discutere dell’ineleggibilità di Berlusconi in quanto titolare di pubbliche concessioni.

Ha presentato leggi per l’abolizione dei finanziamenti ai partiti e all’editoria, per introdurre il limite di due legislature e reintrodurre il voto di preferenza, per l’abolizione delle province, come da programma elettorale.

E tanto altro ancora… ma cominciamo questo Camera Cafè da:

camera cafè25 marzo:

Esaminando il documento con cui la pubblica amministrazione si impegna a restituire 40 miliardi di euro alle aziende private proprie creditrici, i deputati M5S si accorgono che tale documento prevede che una parte di tale somma non è destinata alle aziende creditrici dello stato bensì al sistema bancario-creditizio.Grazie alla segnalazione ad opera del M5S, questa decisione verrà cancellata dal documento qualche giorno dopo. Inoltre, in tutta fretta, senza l’adeguato esame nelle competenti commissioni parlamentari e in Parlamento, si doveva decidere l’ammontare dell’indebitamento dello stato italiano nei prossimi 2 anni! I deputati M5S denunciano l’assurdità di questa situazione e ne chiedono conto alle altre forze politiche.

26 marzo:

Il M5S interviene alla Camera ed al Senato per chiedere al Governo Monti di adoperarsi a livello europeo per allentare le politiche economiche di austerità e rigore finanziario che stanno strangolando

l’economia italiana (e non solo), le sue possibilità di crescita, le opportunità di lavoro per i giovani e gli spazi per la solidarietà sociale.

27 marzo:

Al fine di fare chiarezza sulla vicenda dei due marò e sull’allucinante gestione della vicenda da parte del governo Monti, il M5S chiede che venga pubblicata tutta la documentazione rilevante, dal decreto 107 anti-pirateria alle prove che attestino che l’incidente è avvenuto in acque internazionali.

28 marzo:

viene proposta una drastica riduzione nell’uso delle auto blu, ma tale proposta non passa.

I parlamentari 5 Stelle che ricoprono cariche aggiuntive (ad esempio il vice-presidente della Camera)rinunciano interamente alle somme di denaro che spetterebbero loro

in quanto detentori di tali cariche.Infine, il M5S si oppone alla costituzione del gruppo parlamentare Fratelli d’Italia che, per legge, non avrebbei numeri per nascere, e costerebbe almeno 400.000 euro l’anno. Tutti gli altri partiti votano a favore di questa

deroga alla legge e il gruppo Fratelli d’Italia viene approvato.

28 marzo:

Il M5S incontra il Ministro dell’Agricoltura per chiedere la messa al bando di un particolare tipo di mais transgenico

2 aprile:

Il M5S propone un articolato piano di tagli ai costi di Camera e Senato. Alcune di queste proposte vengono accettate dalle altre forze politiche. Inoltre, il M5S chiede a gran voce che tutti i deputati che hanno due o più cariche elettive immediatamente ne scelgano una sola, rinunciando alle altre, in ottemperanza al principio di incompatibilità delle cariche sancito dalla costituzione stessa

6 aprile:

a) Il M5S presenta disegno di legge per l’abolizione dei rimborsi elettorali

(il M5S ha rifiutato i 42 milioni di euro di rimborsi elettorali che gli sarebbero spettati per legge).

b) il M5S appoggia la continuazione delle terapie a base di cellule staminali per chi le ha già iniziate e chiede la commissione Sanità venga istituita immediatamente per valutare in modo approfondito la questione delle cure staminali.

8 aprile:

Interpellanza sulle aperture domenicali indiscriminate degli esercizi commerciali che hanno creato ovvi problemi alla piccola distribuzione e senza dati di un aumento di assunzione di personale nella grande distribuzione.

9 aprile:

a) Il M5S chiede alla Camera che si discuta in modo chiaro e approfondito il decreto legislativo che attribuisce al Comune di Roma un insieme di poteri e funzioni amministrative e statali che configurano lo status speciale di

“Roma Capitale”.

b) il M5S continua a chiedere che il Pd e Pdl si attivino immediatamente per avviare le Commissioni parlamentari, dove si elaborano e discutono le leggi da presentare in Parlamento.

c) Si chiede il perché del silenzio della politica sul debito spaventoso di decine di miliardi di euro della Banca Monte dei Paschi di Siena. Si fa inoltre notare che in Parlamento sono ancora presenti 59 tra indagati e condannati.

d) Il M5S porta in aula il “Caso Caffaro” a Brescia. Per decenni l’azienda Caffaro ha sversato un composto chimico altamente cancerogeno, nel silenzio dei partiti, lasciando in eredità un sito industriale inquinato di 7 kilometri quadri, 30.000 cittadini contaminati da diossina.

10 aprile:

Il M5S presenta un disegno di legge volto ad abolire i finanziamenti pubblici all’editoria.

Inoltre:

a) Proposta d’istituzione di una Commissione d’inchiesta monocamerale al Senato sulla ricostruzione postterremoto in Abruzzo, con particolare attenzione a L’Aquila.

b) Tema importantissimo ma dimenticato dai mass media e sconosciuto al pubblico: la

gestione della cassa depositi e prestiti. I parlamentari M5S evidenziano la necessità di informare i cittadini su come viene gestita questa cassa che, se ben usata, può dare liquidità e sostenere la ripresa economica in Italia. Il M5S chiede assoluta trasparenza nell’imminente nomina del consiglio di amministrazione di tale cassa, che controlla una somma immensa di denaro pubblico (225 miliardi di euro). Al tempo stesso, si chiede massima trasparenza per la nomina dei consigli di amministrazione di molte società partecipate dal Ministero del Tesoro (Finmeccanica,Enel, Eni ecc).

11 aprile:

a) Mozione per il ritiro immediato delle truppe dall’Afghanistan.

La Commissione Esteri del M5S incontra Cecilia Strada (Emergency), Emanuele Giordana (Afghana), Magda Bellù (Intersos) e Simona Lanzoni (Pangea)per progettare insieme un piano di ritiro delle truppe italiane dall’Afghanistan.

b) Il dramma dell’Ilva di Taranto. Il Ministro dell’Ambiente Clini (governo Monti) ha emesso un decreto divenuto legge che consente all’Ilva di produrre ancora per

tre anni rilasciando sostanze tossiche e cancerogene in quantità giudicate troppo elevate dalla comunità medica. E’ stata elaborata una proposta dimessa in sicurezza dell’Ilva (4 miliardi di costo) che avrebbe portato le emissioni entro limiti accettabili, ma il Ministro Clini (quindi il governo Monti Pd-Pdl) l’ha rifiutata . I rappresentanti M5S incontrano alcuni cittadini di Taranto, dove è in corso da anni una vera e propria “epidemia” di tumori (mesotelioma pleurico su tutti), per concordare una linea parlamentare efficace in ambito di politica industriale e ambientale.

c) I parlamentari M5S incontrano rappresentanti del comitato nazionale Rifiuti Zero

, comitato che ha sviluppato importanti proposte in tema di politica della gestione dei rifiuti (favorire la raccolta differenziata porta a porta, il recupero di materia ed energia, il riciclo, la chiusura degli inceneritori che diffondono sostanze tossiche e cancerogene, la detassazione delle aziende che riducono gli imballaggi e usano materiale derivante

da riciclo…).

15 aprile:

I parlamentari 5 stelle incontrano una delegazione di cittadini e amministratori locali contrari al M.U.O.S.(Mobile User Objective System), un sistema di comunicazioni satellitari ad altissima frequenza,composto da quattro satelliti e quattro stazioni di terra. Una di queste è in fase di realizzazione in Sicilia, nei pressi di Niscemi, sebbene il 29 Marzo 2013 l’amministrazione regionale ne abbia revocato l’autorizzazione alla costruzione. Il MUOS è valutato dalla comunità scientifica come estremamente pericoloso per la salute umana, a causa delle potentissime emissioni Elettromagnetiche. Nonostante la revoca dell’autorizzazione, i lavori per la costruzione del MUOS continuano, in modo più o meno palese.

16 aprile:

Si ribadisce la necessità di istituire la Commissione per le Elezioni, luogo deputato dalla Costituzione per discutere i casi di ineleggibilità (vedi un certo senatore Berlusconi) e di doppie o triple cariche elettive,proibite dalla Costituzione.

17 aprile:

Interrogazione parlamentare volta a chiedere lo slittamento del decreto ministeriale 47 30/01/13 che presenta misure a favore dell’università privata e a sfavore di quella pubblica (soprattutto per le sedidecentrate e periferiche).

Proposte di legge:

a)Abolizione del contributo pubblico ai partiti

b)Introduzione del voto di preferenza per le elezioni di Camera e Senato

c) Proposta contro la liberalizzazione delle aperture festive e domenicali nel commercio

, che grande difficoltà hanno portato ai piccoli esercizi, peraltro senza consistenti incrementi occupazionali nella grande distribuzione.

d) Proposta di legge per l’introduzione dei due mandati elettorali al massimo, e incandidabilità dei cittadini condannati

e) Tre proposte di legge:contro omofobia e transfobia;

per il matrimonio civile per tutti;

per le agevolazioni anagrafiche a beneficio delle persone transgender

f)Interrogazione ai Ministri dell’Ambiente e dell’Agricoltura sul tema dei pesticidi, come è noto altamentedannosi per la salute

g) Interrogazione parlamentare al Ministro dell’Ambiente sui criteri di concessione dei diritti di trivellazione delle coste italiane ad opera delle compagnie petrolifere

23 aprile:

Riflessioni di alcuni parlamentari sulla necessità di una politica agricola italiana che tuteli maggiormente l’agricoltura italiana nella programmazione economica e finanziaria, ed anche in sede europea.

24 aprile:

Richiesta di approfondimenti e indagini sugli interventi politici a favore della cosiddetta ricostruzione in Abruzzo ed in Emilia post terremoto, anche con accertamento delle responsabilità in seno al governo Berlusconi per quanto riguarda l’Abruzzo.

26 aprile:

I membri dell’Ufficio di Presidenza M5S della Camera richiedono l’apertura di un conto in cui ogni deputato, appartenente a qualsiasi Gruppo, possa far confluire la parte di stipendio a cui deciderà di rinunciare.

27 aprile:

Il M5S presenta un emendamento per chiedere “la creazione di un fondo istituito presso la gestione Cassa Depositi e Prestiti a favore delle piccole e micro imprese. Questi soldi saranno ricavati da quelli dedicati al finanziamento pubblico ai partiti”. Con questo articolo in pratica si sopprime il finanziamento pubblico ai partiti destinando questi soldi alle imprese. L’emendamento è stato accolto e sarà votato in aula.

29 aprile:

Il M5S propone una legge per la riforma delle libere professioni dell’area tecnica improntata sul modello anglosassone.

Inoltre, il M5S chiede l’obbligo dei numeri identificativi per il personale incaricato dell’ordine pubblico;

scioglimento corpi speciali e potenziamento della D.I.A (Direzione Investigativa Antimafia);

più adeguata dotazione per le forze dell’ordine.

Il M5S in Parlamento richiede a gran voce il reddito minimo di cittadinanza, nei confronti di tutti i cittadini attualmente privi di lavoro e non tutelati.

30 aprile:

Il M5S chiede che si calendarizzi immediatamente in Commissione Affari Esteri la ratifica della Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta alla violenza nei confronti delle donne.

2 maggio:

Il M5S propone varo di una commissione di inchiesta sulla scandalo della voragine finanziaria del Monte dei Paschi di Siena.Il M5S propone una propria alternativa al Documento Economico e Finanziario (DEF) presentato dal Governo Letta:

a) Abolizione dell’IMU sulla prima casa;

b) Revisione della TARES (tassa rifiuti), commisurata alla volumetria dei rifiuti prodotti (più ricicli meno paghi);

c) Abolizione dei bolli sui conti correnti;

d) Introduzione della Tobin Tax sulle transazioni finanziarie;

e) Abolizione del Fiscal Compact;

f) Banca Centrale Europea chestampi moneta;

g) OK (per ora) al rifinanziamento della Cassa Integrazione, ma occorre modificare al più prestoil tipo di stato sociale in Italia;

h) Sospensione cartelle di Equitalia per chi vanta crediti verso la pubblica amministrazione

Per reperire i fondi necessari per l’abolizione dell’Imu sulla prima casa vengono proposti:

a) Incremento delle tasse sui concessionari di giochi d’azzardo;

b) Tobin Tax;

c) aliquota 27% su rendite e plusvalenze finanziarie.Interpellanza urgente al Ministro dell’Economia per conoscere le responsabilità nel crac della società di navigazione Deiulemar

4 maggio:

Il M5S chiede al Ministro degli Interni di eliminare liste naziste e neofasciste dalle elezioni, ovunque queste si siano presentate (il caso di specie è un comune in provincia di Pavia)

5 maggio:

Il M5S chiede che, come da prassi, la Presidenza della Commissione di Vigilanza sulla Rai e quella delCOPASIR (Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica, che controlla l’operato dei Servizi Segreti) vengano attribuite al M5S in quanto più grande forza di opposizione.

6 maggio:

In merito alla retribuzione dei parlamentari 5 stelle si ribadisce che:

a) Lo stipendio mensile lordo è 5.000 euro (che al netto delle tasse diventa una cifra tra i 2.500 ed i 2.900 euro) a fronte dei 10.000 euro mensili lordi degli altri deputati. Lo stato così risparmia 5 milioni di euro l’anno.

b) Mentre gli altri deputati prendono più di 3.000 euro al mese di diaria per le spese di mantenimento senza dover giustificare in alcun modo tali spese, ogni deputato 5 stelle prenderà da questa diaria SOLTANTO quella somma che sarà in grado di documentare per spese di mantenimento come affitto, trasporti ecc.c) I deputati 5 stelle rinunciano al trattamento economico di fine mandato (la signora Livia Turco del Pd si è

portata a casa 257.000 euro pochi mesi fa…)

. Risparmio annuo: 1,6 milioni di euro. Rinuncia anche alle maggiorazioni dovute alle cariche istituzionali ricoperte (risparmio di 175.000 euro l’anno) e alla spese generali

aggiuntive (informatica, taxi, telefoni), con risparmio di 3,5 milioni di euro.d) Il M5S ha rifiutato interamente i rimborsi elettorali che gli spetterebbero per legge, pari a 42 milioni di euro;se tutti i partiti e i parlamentari facessero lo stesso si risparmierebbero centinaia di milioni all’anno.Il 15 maggio 2013 viene bocciata la proposta del M5S di istituire un fondo di solidarietà nel bilancio della Camera nel quale i parlamentari di qualunque partito -potessero depositare su base volontaria le eccedenze dei propri stipendi, le proprie donazioni.

9 maggio:

a) I deputati incontrano il dottor Domenico Leggiero, responsabile dell’Osservatorio militare sul tema dell’uranio impoverito, che tante vittime ha fatto tra i militari italiani.

b) Il M5S chiede di modificare l’articolo “416 ter.” del Codice Penale sullo scambio elettorale politico-mafioso, estendendo il reato oltre l’erogazione di denaro, con l’aggiunta della voce “altra utilità” tra le ragioni dello scambio.

Offrire denaro infatti non è l’unica possibilità che il politico mette in campo nello scambio corruttivo.

Può utilizzare altri favori: promesse di informazioni su appalti, posti di lavoro da garantire ai clan presenti sul territorio, protezione

dall’azione repressiva, ostacolando in diversi modi il lavoro delle forze di polizia ma anche poltrone, cariche influenti e così via.

c) La deputata Silvia Chimienti illustra le posizioni molto critiche del M5S sul test INVALSI, test sull’apprendimento scolastico fortemente osteggiato dalla comunità degli insegnanti italiani.

d) viene approvato l’emendamento M5S secondo cui gli enti locali non potranno aumentare le tasse per fare in modo che la Pubblica Amministrazione paghi le proprie aziende creditrici.

11 maggio:

viene chiesta nuovamente l’ineleggibilità di Berlusconi ai sensi della legge 361 del 1957.

Richiesta di abolizione della Parata Militare del 2 Giugno, in un’ottica di risparmio di risorse pubbliche…

Proposte di legge:

a) Impignorabilità della prima casa

b) Introduzione nel Codice Penale dei delitti contro l’ambiente

c) Etichettatura degli alimenti con obbligo di indicazione dell’origine delle materie prime

13 maggio:

a) Critica al Patto di Stabilità, vincolo che impedisce agli enti pubblici di spendere le risorse disponibili per sostenere l’economia e pagare le imprese creditrici.

E’ Necessario il rigore nel taglio agli sprechi e non agli investimenti.

b) Il M5S presenta una mozione per il ripristino dei fondi alla scuola pubblica, ricerca scientifica, università e cultura-spettacolo, fondi drammaticamente tagliati dal precedente governo Monti. Questi soldi dovranno servire per:

i) Piano di investimenti pluriennale alla cultura-spettacolo, con coinvolgimento delle regioni e agevolazione fiscale per gli operatori dello spettacolo, soprattutto le realtà artistiche minori ed indipendenti.

ii) Università: più fondi per borse di studio e servizi agli studenti. Individuazione dei settori maggiormente rilevanti per la ricerca, ai quali riconoscere maggiori risorse.

iii) Scuola: programma triennale di assunzioni di personale docente e personale ATA; fondi per aggiornamentoprofessionale degli insegnanti; investimenti per la messa in sicurezza degli edifici scolastici; ripristino risorse peril funzionamento ordinario, per insegnanti di supporto e per i laboratori, così importanti soprattutto per gliistituti tecnici.

14 maggio:

a) Il M5S presenta disegno di legge per abolizione delle province

b) Critica alle spese destinate all’EXPO, giudicate eccessive. Il governo Letta ha

tra l’altro stabilito che, per far fronte alla restituzione dei crediti alle imprese, le regioni potranno tagliare su tutto fuorché istruzione, ricerca e…EXPO!

Quindi si può tagliare tranquillamente su sanità e trasporti, ad esempio.

c)I Partiti respingono la proposta del M5S di destinare i soldi dei rimborsi elettorali in un fondo rotativo a sostegno delle piccole e medie imprese.

d) Intervento su problematiche connesse alla gestione spesso poco chiara che il fisco effettua sull’8 per mille.

16 maggio:

a) Interpellanza urgente su emergenza idrica ed interventi ambientali in Sardegna

b) Interrogazione sulla (poca) trasparenza nella nomina del presidente dell’Agenzia per l’Italia Digitale

c) Relazione sulle attività dei nostri parlamentari della Commissione Trasporti; in particolare, viene illustrata una proposta per introdurre degli attenuatori d’urto sui guard-rail già perla tutela dei motociclisti in particolare (“effetto ghigliottina” )

17 maggio:

Presa di posizione ufficiale del M5S sul metodo STAMINA (metodo terapeutico di molte patologie basato su cellule staminali):

avvio immediato alla sperimentazione, prosecuzione delle cure per quei pazienti che ne hanno tratto finora dei benefici.

18 maggio:

Il M5S individua 120 miliardi di euro da dare subito a sostegno delle piccole e medie imprese italiane “Le Pmi producono circa il 60% del Pil e rappresentano il 98% delle imprese italiane. Mentre la politica di palazzo si concentra sulle priorità della Casta, noi ci prepariamo a presentare una proposta di legge per lo sblocco immediato dei circa 120 miliardi di euro che lo Stato e gli enti locali devono da anni alle imprese. Nella discussione parlamentare sul Dl “sblocca-debiti”, il MoVimento ha fatto approvare un Ordine del giorno che di fatto impegna il governo a pagare tutti i debiti dello Stato, e non solo una parte, alle aziende e in particolare le Pmi. I punti fondamentali della proposta di legge M5s sono:

1) la certezza del rispetto delle scadenze dei pagamenti e applicazione di interessi passivi o comunque di altri costi documentati causati dai ritardi;2) l’utilizzo del criterio cronologico applicato a livello nazionale per consentire l’equa distribuzione del

pagamento dei crediti;

3) l’utilizzo della Cassa Depositi e Prestiti, forziere del risparmio postale, in un’ottica maggiormente sociale. La Cdp diventerebbe così ente erogante a sostegno delle Pmi;

4) l’incentivazione della compensazione tra crediti e debiti delle imprese nei confronti dello Stato;

5) l’individuazione di nuove forme di copertura finanziaria tramite fondi rotativi e certificati di crediti fiscali che consentiranno la riduzione del cuneo fiscale e aumenteranno la produttività del lavoro, creando di fatto una sorta di nuova liquidità (senza fare ulteriore debito) per riavviare il circolo virtuoso dell’economia.”

In tanti credono aquello che sentono da Giletti o leggono da Sallusti:“i grillini non vanno oltre laprotesta” e “a Roma non fanno
nulla”.
Questo “rendiconto” mette a tacere i pappagalli delle tv e dei giornali e chi ancora li sta a sentire.Altro che cinquanta giorni persi a causa nostra. Abbiamo presentato decine di proposte, disegni di legge,mozioni, interrogazioni, interpellanze.
Altro che “ora si tengono i soldi”. I nostri 160 portavoce fanno giàrisparmiare allo Stato oltre 50 milioni di euro
!Mentre Pd e Pdl come di consueto si danno da fare per spartirsi il potere e mantenere il consenso in tv,discutendo leggi per estromettere i movimenti dalla vita politica, il Movimento 5 Stelle si è finora occupato di finanziamento alle imprese,di Equitalia
, di OGM,di cellule staminali , di omofobia e unioni civili
, di lotta alla violenza sulle donne , del MUOS, di test INVALSI, di rifiuti zero.
Il M5S ha chiesto il ritiro delle truppe dall’Afghanistan , una commissione d’inchiesta per l’Aquila, e quella per le elezioni, deputata a discutere dell’ineleggibilità di Berlusconi in quanto titolare di pubbliche concessioni.
Ha presentato leggi per l’abolizione dei finanziamenti ai partiti e all’editoria, per introdurre il limite di due legislature e reintrodurre il voto di preferenza,
per l’abolizione delle province, come da programma elettorale.
E tanto altro ancora…

Cittadini attivi e informati, buona lettura! (e ricordatevi di iscrivervi al canale Yout
ube “Movimento 5 Stelle Parlamento” per restare aggiornati sui lavori dei nostri cittadini a Roma”!)

Loro non si arrenderanno…ma hanno già perso!
Votate per voi.

25 marzo:
Esaminando il documento con cui la pubblica amministrazione si impegna a restituire 40 miliardi di euro alle aziende private proprie creditrici, i deputati M5S si accorgono che tale documento prevede che una parte di tale somma non è destinata alle aziende creditrici dello stato bensì al sistema bancario-creditizio.Grazie alla segnalazione ad opera del M5S, questa decisione verrà cancellata dal documento qualche giorno dopo. Inoltre, in tutta fretta, senza l’adeguato esame nelle competenti commissioni parlamentari e in Parlamento, si doveva decidere l’ammontare dell’indebitamento dello stato italiano nei prossimi 2 anni! I deputati M5S denunciano l’assurdità di questa situazione e ne chiedono conto alle altre forze politiche.

26 marzo:
Il M5S interviene alla Camera ed al Senato per chiedere al Governo Monti di adoperarsi a livello europeo per allentare le politiche economiche di austerità e rigore finanziario che stanno strangolando
l’economia italiana (e non solo), le sue possibilità di crescita, le opportunità di lavoro per i giovani e gli spazi per la solidarietà sociale.

27 marzo:
Al fine di fare chiarezza sulla vicenda dei due marò e sull’allucinante gestione della vicenda da parte del governo Monti, il M5S chiede che venga pubblicata tutta la documentazione rilevante, dal decreto 107 anti-pirateria alle prove che attestino che l’incidente è avvenuto in acque internazionali.

28 marzo:
viene proposta una drastica riduzione nell’uso delle auto blu, ma tale proposta non passa.
I parlamentari 5 Stelle che ricoprono cariche aggiuntive (ad esempio il vice-presidente della Camera)rinunciano interamente alle somme di denaro che spetterebbero loro
in quanto detentori di tali cariche.Infine, il M5S si oppone alla costituzione del gruppo parlamentare Fratelli d’Italia che, per legge, non avrebbei numeri per nascere, e costerebbe almeno 400.000 euro l’anno. Tutti gli altri partiti votano a favore di questa
deroga alla legge e il gruppo Fratelli d’Italia viene approvato.

28 marzo:
Il M5S incontra il Ministro dell’Agricoltura per chiedere la messa al bando di un particolare tipo di mais transgenico

2 aprile:
Il M5S propone un articolato piano di tagli ai costi di Camera e Senato. Alcune di queste proposte vengono accettate dalle altre forze politiche. Inoltre, il M5S chiede a gran voce che tutti i deputati che hanno due o più cariche elettive immediatamente ne scelgano una sola, rinunciando alle altre, in ottemperanza al principio di incompatibilità delle cariche sancito dalla costituzione stessa

6 aprile:
a) Il M5S presenta disegno di legge per l’abolizione dei rimborsi elettorali
(il M5S ha rifiutato i 42 milioni di euro di rimborsi elettorali che gli sarebbero spettati per legge).
b) il M5S appoggia la continuazione delle terapie a base di cellule staminali per chi le ha già iniziate e chiede la commissione Sanità venga istituita immediatamente per valutare in modo approfondito la questione delle cure staminali.

8 aprile:
Interpellanza sulle aperture domenicali indiscriminate degli esercizi commerciali che hanno creato ovvi problemi alla piccola distribuzione e senza dati di un aumento di assunzione di personale nella grande distribuzione.

9 aprile:
a) Il M5S chiede alla Camera che si discuta in modo chiaro e approfondito il decreto legislativo che attribuisce al Comune di Roma un insieme di poteri e funzioni amministrative e statali che configurano lo status speciale di
“Roma Capitale”.
b) il M5S continua a chiedere che il Pd e Pdl si attivino immediatamente per avviare le Commissioni parlamentari, dove si elaborano e discutono le leggi da presentare in Parlamento.
c) Si chiede il perché del silenzio della politica sul debito spaventoso di decine di miliardi di euro della Banca Monte dei Paschi di Siena. Si fa inoltre notare che in Parlamento sono ancora presenti 59 tra indagati e condannati.
d) Il M5S porta in aula il “Caso Caffaro” a Brescia. Per decenni l’azienda Caffaro ha sversato un composto chimico altamente cancerogeno, nel silenzio dei partiti, lasciando in eredità un sito industriale inquinato di 7 kilometri quadri, 30.000 cittadini contaminati da diossina.

10 aprile:
Il M5S presenta un disegno di legge volto ad abolire i finanziamenti pubblici all’editoria.
Inoltre:
a) Proposta d’istituzione di una Commissione d’inchiesta monocamerale al Senato sulla ricostruzione postterremoto in Abruzzo, con particolare attenzione a L’Aquila.
b) Tema importantissimo ma dimenticato dai mass media e sconosciuto al pubblico: la
gestione della cassa depositi e prestiti. I parlamentari M5S evidenziano la necessità di informare i cittadini su come viene gestita questa cassa che, se ben usata, può dare liquidità e sostenere la ripresa economica in Italia. Il M5S chiede assoluta trasparenza nell’imminente nomina del consiglio di amministrazione di tale cassa, che controlla una somma immensa di denaro pubblico (225 miliardi di euro). Al tempo stesso, si chiede massima trasparenza per la nomina dei consigli di amministrazione di molte società partecipate dal Ministero del Tesoro (Finmeccanica,Enel, Eni ecc).

11 aprile:
a) Mozione per il ritiro immediato delle truppe dall’Afghanistan.
La Commissione Esteri del M5S incontra Cecilia Strada (Emergency), Emanuele Giordana (Afghana), Magda Bellù (Intersos) e Simona Lanzoni (Pangea)per progettare insieme un piano di ritiro delle truppe italiane dall’Afghanistan.
b) Il dramma dell’Ilva di Taranto. Il Ministro dell’Ambiente Clini (governo Monti) ha emesso un decreto divenuto legge che consente all’Ilva di produrre ancora per
tre anni rilasciando sostanze tossiche e cancerogene in quantità giudicate troppo elevate dalla comunità medica. E’ stata elaborata una proposta dimessa in sicurezza dell’Ilva (4 miliardi di costo) che avrebbe portato le emissioni entro limiti accettabili, ma il Ministro Clini (quindi il governo Monti Pd-Pdl) l’ha rifiutata . I rappresentanti M5S incontrano alcuni cittadini di Taranto, dove è in corso da anni una vera e propria “epidemia” di tumori (mesotelioma pleurico su tutti), per concordare una linea parlamentare efficace in ambito di politica industriale e ambientale.
c) I parlamentari M5S incontrano rappresentanti del comitato nazionale Rifiuti Zero
, comitato che ha sviluppato importanti proposte in tema di politica della gestione dei rifiuti (favorire la raccolta differenziata porta a porta, il recupero di materia ed energia, il riciclo, la chiusura degli inceneritori che diffondono sostanze tossiche e cancerogene, la detassazione delle aziende che riducono gli imballaggi e usano materiale derivante
da riciclo…).

15 aprile:
I parlamentari 5 stelle incontrano una delegazione di cittadini e amministratori locali contrari al M.U.O.S.(Mobile User Objective System), un sistema di comunicazioni satellitari ad altissima frequenza,composto da quattro satelliti e quattro stazioni di terra. Una di queste è in fase di realizzazione in Sicilia, nei pressi di Niscemi, sebbene il 29 Marzo 2013 l’amministrazione regionale ne abbia revocato l’autorizzazione alla costruzione. Il MUOS è valutato dalla comunità scientifica come estremamente pericoloso per la salute umana, a causa delle potentissime emissioni Elettromagnetiche. Nonostante la revoca dell’autorizzazione, i lavori per la costruzione del MUOS continuano, in modo più o meno palese.

16 aprile:
Si ribadisce la necessità di istituire la Commissione per le Elezioni, luogo deputato dalla Costituzione per discutere i casi di ineleggibilità (vedi un certo senatore Berlusconi) e di doppie o triple cariche elettive,proibite dalla Costituzione.

17 aprile:
Interrogazione parlamentare volta a chiedere lo slittamento del decreto ministeriale 47 30/01/13 che presenta misure a favore dell’università privata e a sfavore di quella pubblica (soprattutto per le sedidecentrate e periferiche).

Proposte di legge:
a)Abolizione del contributo pubblico ai partiti
b)Introduzione del voto di preferenza per le elezioni di Camera e Senato
c) Proposta contro la liberalizzazione delle aperture festive e domenicali nel commercio
, che grande difficoltà hanno portato ai piccoli esercizi, peraltro senza consistenti incrementi occupazionali nella grande distribuzione.
d) Proposta di legge per l’introduzione dei due mandati elettorali al massimo, e incandidabilità dei cittadini condannati
e) Tre proposte di legge:contro omofobia e transfobia;
per il matrimonio civile per tutti;
per le agevolazioni anagrafiche a beneficio delle persone transgender
f)Interrogazione ai Ministri dell’Ambiente e dell’Agricoltura sul tema dei pesticidi, come è noto altamentedannosi per la salute
g) Interrogazione parlamentare al Ministro dell’Ambiente sui criteri di concessione dei diritti di trivellazione delle coste italiane ad opera delle compagnie petrolifere

23 aprile:
Riflessioni di alcuni parlamentari sulla necessità di una politica agricola italiana che tuteli maggiormente l’agricoltura italiana nella programmazione economica e finanziaria, ed anche in sede europea.

24 aprile:
Richiesta di approfondimenti e indagini sugli interventi politici a favore della cosiddetta ricostruzione in Abruzzo ed in Emilia post terremoto, anche con accertamento delle responsabilità in seno al governo Berlusconi per quanto riguarda l’Abruzzo.

26 aprile:
I membri dell’Ufficio di Presidenza M5S della Camera richiedono l’apertura di un conto in cui ogni deputato, appartenente a qualsiasi Gruppo, possa far confluire la parte di stipendio a cui deciderà di rinunciare.

27 aprile:
Il M5S presenta un emendamento per chiedere “la creazione di un fondo istituito presso la gestione Cassa Depositi e Prestiti a favore delle piccole e micro imprese. Questi soldi saranno ricavati da quelli dedicati al finanziamento pubblico ai partiti”. Con questo articolo in pratica si sopprime il finanziamento pubblico ai partiti destinando questi soldi alle imprese. L’emendamento è stato accolto e sarà votato in aula.

29 aprile:
Il M5S propone una legge per la riforma delle libere professioni dell’area tecnica improntata sul modello anglosassone.
Inoltre, il M5S chiede l’obbligo dei numeri identificativi per il personale incaricato dell’ordine pubblico;
scioglimento corpi speciali e potenziamento della D.I.A (Direzione Investigativa Antimafia);
più adeguata dotazione per le forze dell’ordine.
Il M5S in Parlamento richiede a gran voce il reddito minimo di cittadinanza, nei confronti di tutti i cittadini attualmente privi di lavoro e non tutelati.

30 aprile:
Il M5S chiede che si calendarizzi immediatamente in Commissione Affari Esteri la ratifica della Convenzione di Istanbul sulla prevenzione e la lotta alla violenza nei confronti delle donne.

2 maggio:
Il M5S propone varo di una commissione di inchiesta sulla scandalo della voragine finanziaria del Monte dei Paschi di Siena.Il M5S propone una propria alternativa al Documento Economico e Finanziario (DEF) presentato dal Governo Letta:
a) Abolizione dell’IMU sulla prima casa;
b) Revisione della TARES (tassa rifiuti), commisurata alla volumetria dei rifiuti prodotti (più ricicli meno paghi);
c) Abolizione dei bolli sui conti correnti;
d) Introduzione della Tobin Tax sulle transazioni finanziarie;
e) Abolizione del Fiscal Compact;
f) Banca Centrale Europea chestampi moneta;
g) OK (per ora) al rifinanziamento della Cassa Integrazione, ma occorre modificare al più prestoil tipo di stato sociale in Italia;
h) Sospensione cartelle di Equitalia per chi vanta crediti verso la pubblica amministrazione
Per reperire i fondi necessari per l’abolizione dell’Imu sulla prima casa vengono proposti:
a) Incremento delle tasse sui concessionari di giochi d’azzardo;
b) Tobin Tax;
c) aliquota 27% su rendite e plusvalenze finanziarie.Interpellanza urgente al Ministro dell’Economia per conoscere le responsabilità nel crac della società di navigazione Deiulemar

4 maggio:
Il M5S chiede al Ministro degli Interni di eliminare liste naziste e neofasciste dalle elezioni, ovunque queste si siano presentate (il caso di specie è un comune in provincia di Pavia)

5 maggio:
Il M5S chiede che, come da prassi, la Presidenza della Commissione di Vigilanza sulla Rai e quella delCOPASIR (Comitato Parlamentare per la Sicurezza della Repubblica, che controlla l’operato dei Servizi Segreti) vengano attribuite al M5S in quanto più grande forza di opposizione.

6 maggio:
In merito alla retribuzione dei parlamentari 5 stelle si ribadisce che:
a) Lo stipendio mensile lordo è 5.000 euro (che al netto delle tasse diventa una cifra tra i 2.500 ed i 2.900 euro) a fronte dei 10.000 euro mensili lordi degli altri deputati. Lo stato così risparmia 5 milioni di euro l’anno.
b) Mentre gli altri deputati prendono più di 3.000 euro al mese di diaria per le spese di mantenimento senza dover giustificare in alcun modo tali spese, ogni deputato 5 stelle prenderà da questa diaria SOLTANTO quella somma che sarà in grado di documentare per spese di mantenimento come affitto, trasporti ecc.c) I deputati 5 stelle rinunciano al trattamento economico di fine mandato (la signora Livia Turco del Pd si è
portata a casa 257.000 euro pochi mesi fa…)
. Risparmio annuo: 1,6 milioni di euro. Rinuncia anche alle maggiorazioni dovute alle cariche istituzionali ricoperte (risparmio di 175.000 euro l’anno) e alla spese generali
aggiuntive (informatica, taxi, telefoni), con risparmio di 3,5 milioni di euro.d) Il M5S ha rifiutato interamente i rimborsi elettorali che gli spetterebbero per legge, pari a 42 milioni di euro;se tutti i partiti e i parlamentari facessero lo stesso si risparmierebbero centinaia di milioni all’anno.Il 15 maggio 2013 viene bocciata la proposta del M5S di istituire un fondo di solidarietà nel bilancio della Camera nel quale i parlamentari di qualunque partito -potessero depositare su base volontaria le eccedenze dei propri stipendi, le proprie donazioni.

9 maggio:
a) I deputati incontrano il dottor Domenico Leggiero, responsabile dell’Osservatorio militare sul tema dell’uranio impoverito, che tante vittime ha fatto tra i militari italiani.
b) Il M5S chiede di modificare l’articolo “416 ter.” del Codice Penale sullo scambio elettorale politico-mafioso, estendendo il reato oltre l’erogazione di denaro, con l’aggiunta della voce “altra utilità” tra le ragioni dello scambio.
Offrire denaro infatti non è l’unica possibilità che il politico mette in campo nello scambio corruttivo.
Può utilizzare altri favori: promesse di informazioni su appalti, posti di lavoro da garantire ai clan presenti sul territorio, protezione
dall’azione repressiva, ostacolando in diversi modi il lavoro delle forze di polizia ma anche poltrone, cariche influenti e così via.
c) La deputata Silvia Chimienti illustra le posizioni molto critiche del M5S sul test INVALSI, test sull’apprendimento scolastico fortemente osteggiato dalla comunità degli insegnanti italiani.
d) viene approvato l’emendamento M5S secondo cui gli enti locali non potranno aumentare le tasse per fare in modo che la Pubblica Amministrazione paghi le proprie aziende creditrici.

11 maggio:
viene chiesta nuovamente l’ineleggibilità di Berlusconi ai sensi della legge 361 del 1957.
Richiesta di abolizione della Parata Militare del 2 Giugno, in un’ottica di risparmio di risorse pubbliche…
Proposte di legge:
a) Impignorabilità della prima casa
b) Introduzione nel Codice Penale dei delitti contro l’ambiente
c) Etichettatura degli alimenti con obbligo di indicazione dell’origine delle materie prime

13 maggio:
a) Critica al Patto di Stabilità, vincolo che impedisce agli enti pubblici di spendere le risorse disponibili per sostenere l’economia e pagare le imprese creditrici.
E’ Necessario il rigore nel taglio agli sprechi e non agli investimenti.
b) Il M5S presenta una mozione per il ripristino dei fondi alla scuola pubblica, ricerca scientifica, università e cultura-spettacolo, fondi drammaticamente tagliati dal precedente governo Monti. Questi soldi dovranno servire per:
i) Piano di investimenti pluriennale alla cultura-spettacolo, con coinvolgimento delle regioni e agevolazione fiscale per gli operatori dello spettacolo, soprattutto le realtà artistiche minori ed indipendenti.
ii) Università: più fondi per borse di studio e servizi agli studenti. Individuazione dei settori maggiormente rilevanti per la ricerca, ai quali riconoscere maggiori risorse.
iii) Scuola: programma triennale di assunzioni di personale docente e personale ATA; fondi per aggiornamentoprofessionale degli insegnanti; investimenti per la messa in sicurezza degli edifici scolastici; ripristino risorse peril funzionamento ordinario, per insegnanti di supporto e per i laboratori, così importanti soprattutto per gliistituti tecnici.

14 maggio:
a) Il M5S presenta disegno di legge per abolizione delle province
b) Critica alle spese destinate all’EXPO, giudicate eccessive. Il governo Letta ha
tra l’altro stabilito che, per far fronte alla restituzione dei crediti alle imprese, le regioni potranno tagliare su tutto fuorché istruzione, ricerca e…EXPO!
Quindi si può tagliare tranquillamente su sanità e trasporti, ad esempio.
c)I Partiti respingono la proposta del M5S di destinare i soldi dei rimborsi elettorali in un fondo rotativo a sostegno delle piccole e medie imprese.
d) Intervento su problematiche connesse alla gestione spesso poco chiara che il fisco effettua sull’8 per mille.

16 maggio:
a) Interpellanza urgente su emergenza idrica ed interventi ambientali in Sardegna
b) Interrogazione sulla (poca) trasparenza nella nomina del presidente dell’Agenzia per l’Italia Digitale
c) Relazione sulle attività dei nostri parlamentari della Commissione Trasporti; in particolare, viene illustrata una proposta per introdurre degli attenuatori d’urto sui guard-rail già perla tutela dei motociclisti in particolare (“effetto ghigliottina” )

17 maggio:
Presa di posizione ufficiale del M5S sul metodo STAMINA (metodo terapeutico di molte patologie basato su cellule staminali):
avvio immediato alla sperimentazione, prosecuzione delle cure per quei pazienti che ne hanno tratto finora dei benefici.

18 maggio:
Il M5S individua 120 miliardi di euro da dare subito a sostegno delle piccole e medie imprese italiane “Le Pmi producono circa il 60% del Pil e rappresentano il 98% delle imprese italiane. Mentre la politica di palazzo si concentra sulle priorità della Casta, noi ci prepariamo a presentare una proposta di legge per lo sblocco immediato dei circa 120 miliardi di euro che lo Stato e gli enti locali devono da anni alle imprese. Nella discussione parlamentare sul Dl “sblocca-debiti”, il MoVimento ha fatto approvare un Ordine del giorno che di fatto impegna il governo a pagare tutti i debiti dello Stato, e non solo una parte, alle aziende e in particolare le Pmi. I punti fondamentali della proposta di legge M5s sono:
1) la certezza del rispetto delle scadenze dei pagamenti e applicazione di interessi passivi o comunque di altri costi documentati causati dai ritardi;2) l’utilizzo del criterio cronologico applicato a livello nazionale per consentire l’equa distribuzione del
pagamento dei crediti;
3) l’utilizzo della Cassa Depositi e Prestiti, forziere del risparmio postale, in un’ottica maggiormente sociale. La Cdp diventerebbe così ente erogante a sostegno delle Pmi;
4) l’incentivazione della compensazione tra crediti e debiti delle imprese nei confronti dello Stato;
5) l’individuazione di nuove forme di copertura finanziaria tramite fondi rotativi e certificati di crediti fiscali che consentiranno la riduzione del cuneo fiscale e aumenteranno la produttività del lavoro, creando di fatto una sorta di nuova liquidità (senza fare ulteriore debito) per riavviare il circolo virtuoso dell’economia.”

Annunci