Si vis pacem para bellum

LE AMMINISTRAZIONI DEVONO OPTARE PER UNA GESTIONE PRUDENTE ED OPPORTUNA, COME SE IMPREVISTI E PROBLEMI FOSSERO SEMPRE DIETRO L’ANGOLO INVECE DI CROGIOLARSI NEL TUTTO VA BENE…

Il refrain è sempre quello del tutto va bene Madama la marchesa e nel frattempo si danno via i beni pubblici senza alcun tipo di piano, ancora non si vincolano gli organizzatori degli eventi e non si investe nella formazione del personale oppure nella pianificazione con i fondi europei. Sì naviga a vista e campa alla giornata. Una amministrazione non deve aver paura di investire ma deve operare con prudenza e sul lungo periodo, investendo su se stessa e preparandosi al meglio come un esercito che affila le proprie dotazioni di armi, le proprie riserve è la formazione dei propri soldati in vista di una guerra.

Quello che manca è lo spirito con cui almeno un giorno all’anno bisogna immaginare il proprio territorio. Almeno una notte bisogna non dormire e domandarsi cosa fare in caso di una crisi grave. Con l’alluvione ci è andata bene che non ci sono stat vittime ma si vedeva che

non eravamo preparati, mancava un sistema d’allarme che adesso c’è e mancavano le esercitazioni così come mancano oggi e mancavano informazioni su cosa fare ed oggi davvero ad Orvieto i cittadini lo sanno? No, non è così.

Abbiamo un ottimo servizio di soccorso civile ed abbiamo sul territorio forze militari ed in divisa e che dobbiamo domandare quanto si sono esercitate assieme con il personale del comune e con i cittadini volontari.

Nel 2012 furono gli studenti, gli angeli del fango, ad essere la prima linea volontaria di ripristino delle funzioni del territorio. Un’esperienza encomiabile per la quale abbiamo dovuto dire grazie ai social network. Ma oggi come siamo messi proprio nel rapporto con i cittadini?

Chissà forse grazie alle tante funzioni di servizio civile che si potranno attivare grazie al reddito di cittadinanza potrebbe essere presa in considerazione oltre alla messa in sicurezza anche la formazione della cittadinanza quantomeno in riferimento a specifici scenari di rischio da gestire e buone pratiche da ottemperare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.