Lucia Vergaglia (M5S Orvieto). Occorre impegno per far parte del Movimento.

NON ARRENDERSI È PIÙ DIFFICILE QUANDO LE COSE DIPENDONO DA NOI.

Di Lucia Vergaglia.

Credete che basti un click?
Far parte del Movimento 5 stelle è una cosa alla portata di tutti, ma esserlo davvero non è così spensierato come di possa credere.
Occorre dimostrare che l’impegno c’è stato nella continuità della partecipazione, nella attenzione a valutare e votare i tantissimi atti sottoposti alla discussione, nel proporre temi e contributi e, aspetto totalmente inedito, nel formarsi grazie ai corsi di e – learning sulla macchina amministrativa presenti sulla piattaforma Rousseau.
No, non c’è una Scuola Politica dove basta accreditarsi all’ingresso ed arrivare abbastanza svegli al momento del buffet della pausa caffè per farsi presentare i pezzi grossi.
Macché il nostro ‘attivismo scelto è svolto fuori casa a contatto con i cittadini, preferibilmente con chi addirittura non vota più.

Moto, camper, treno, ufficio mobile in auto pur di esserci fisicamente per ascoltare tutti coloro che ci vogliono incontrare: cittadini, associazioni ed imprese e non fare proseliti, ma esponendosi a viso alle legittime critiche e senza ” il cordone di sicurezza” che tiene lontani dalle contestazioni ed improvvisamente sparisce quando ci sono i complimenti da raccogliere.

Ma quando si conta poco, come nel mio caso in questi anni in Consiglio comunale ad Orvieto in Umbria, e addirittura hai scelto di non assecondare la comoda pratica d8 dire solo no ed dell’essere sempre contro perché sei all’opposizione, ma hai praticato la via della proposta riuscendo a disturbare tutti con la libertà di pensiero e l’imprevedibilità in virtù del fatto che si hanno le mani libere, si deve mettere in conto che quello che si fa non sia visibile o comunque abbastanza decifrabile.
Ecco perché dipende da noi partecipare, scegliere e, se c’è la volontà e la capacità, cambiare.
L’approvazione di una candidatura, il sostegno mercificato col pallottoliere della reciproca convenienza di parte e il pianificato dispiegamento di forze frutto di trame e spartizione, per quanto riguarda il Movimento 5 stelle non è oggettivamente possibile.
Cosa puoi promettere se non il tuo impegno personale?
E poi c’è l’azione politica che si porta nelle sedi istituzionali.

Lì il giudizio è giustamente più stringente e tutti i cittadini si possono esprimere perché hai ricevuto la fiducia, potevi fare, ma cosa hai fatto?

Ecco. Occorre impegno e non solo comparsate.

Annunci