Trova le piccole differenze

Trova le piccole differenze tra la politica ed il paese
Trova le piccole differenze tra la politica ed il paese

Non tutti i partiti ed i movimenti politici sono uguali, questo è ovvio. Però anche se vengono da differenti storie culturali e sociali del secolo scorso od ancora più antiche, molti di essi, oggi, professano più o meno la stessa politica, le stesse ambizioni, la stessa piccola bancocratica politica.

Può essere difficile farsi un’opinione corretta attraverso i media, anche perché sono largamente lottizzati dai partiti se non addirittura di proprietà di leader politici od ad essi collegati attraverso una rete di fondazioni ed imprese, però i fatti non si cambiano, i comportamenti che i partiti hanno avuto, beh… probabilmente li avranno ancora. In questo video c’è qualche piccolo esempio.

Poi c’è da considerare i Movimenti non come rappresentanza ma come esperienza diretta di democrazia dei cittadini… che vuol dire? Ecco in breve Gianroberto Casaleggio che partendo dalla copertina del Times dedicata ai protagonisti del 2011 ci spiega come sta cambiando ovunque il modo di far democrazia nella parte avanzata del pianeta.

Infine c’è questa semplice considerazione da fare sul perché sia necessario cambiare: il parlamento italiano ha votato 498 a 22 per mantenere i più odiosi privilegi. Dobbiamo saperlo per avere la volontà di fare pulizia.

Sbilanciarsi ad Orvieto

Domani c’è l’Adunanza del consiglio comunale per l’approvazione del Bilancio, per far quadrare il quale l’amministrazione ha avuto serie difficoltà. Bene, ci sono alcune cose che dovreste sapere prima di sbilanciarvi sull’argomento:

Esponenti della maggioranza sostengono che le difficoltà a quadrare il bilancio del Comune derivino dai tagli decisi del Governo sui trasferimenti agli Enti locali.

Inesatto! Il totale delle entrate correnti, dal 2009 con i suoi 21 milioni ad oggi che sono 26, incrementati di 4,7 Mln annui, nello specifico sono 3 i milioni entrati col maggior prelievo ed 1,7 dalla somma, a favore della città, tra i tagli subiti e l’erogazione dei soldi  del fondo di riequilibrio.

E le entrate dalla gestione degli assett, le extratributarie?  

Erano 5,6 milioni nel 2009 e sono 5,8 nella previsione attuale.  Malgrado il rialzo di listino di quasi tutte le principali tariffe non si è stati in grado di dar valore a beni e servizi che, di certo, non mancano. Inoltre lo sviluppo di un progetto di valorizzazione del patrimonio immobiliare, passato a un’organizzazione esterna ed avente risorse nei fondi della cassa depositi e prestiti (quelli dello scandalo sollevato da report) è un tentativo di togliersi il problema delle aste inesitate e mal gestite, ma questa scelta è ancor più rischiosa se Orvieto, primo tra gli Enti  locali ad aver aderito, rimarrà , tra questi, anche l’ultimo ad averlo fatto.

Tagli e risparmi solo sulla carta...
Tagli e risparmi solo sulla carta…

Tra i successi che l’amministrazione rivendica c’è quello di aver ridotto le spese e conseguito cospicui risparmi.

Non sembra proprio! Il totale delle spese correnti va dai 23,3 milioni del 2010  ai 24,3 segnati nella previsione attuale.

Capiamo che non si potesse scontentare nessuno, tranne i cittadini che pagano di più per servizi d’inferiore qualità (Asili nido, mense, trasporto pubblico, scolastico, presenza di parcheggi per residenti, trasparenza della pubblica amministrazione, efficienza già solo per fare qualche esempio)

Inoltre visto l’abbraccio mortale che c’è tra operatori al servizio dell’amministrazione e l’amministrazione stessa ci par difficile un’inversione di tendenza a stretto giro. Possiamo solo peggiorare.

I  punti critici del documento di bilancio 2012 presentato dalla Giunta e in discussione il prossimo Consiglio comunale di venerdì 26 ottobre.

Beh, pare proprio che non vada tutto bene, alcuni punti li presenta con chiarezza Massimo Maggi del Movimento 5 Stelle di Orvieto qui:

http://movimento5stelleorvieto.wordpress.com/2012/10/16/bilancio-di-previsione-2012-2014/ Continua a leggere Sbilanciarsi ad Orvieto

Cave Canem, Santoro ritorna…

servizio-pubblico-santoro
Michele Santoro

Ci siamo, domani 25 ottobre su La7 “Servizio pubblico” si alternerà con “Piazzapulita” di Corrado Formigli, a noi spiacevolmente nota per la capacità d’esser partigiana del partito presente rappresentato negli studi.

Con piacere quindi aspettiamo Santoro ma nel frattempo le polemiche sono già montate a causa dello spot di lancio della trasmissione.

Il fatto è questo: Giulia Innocenzi gira per le strade di Roma con il cartello “Loro rubano, e tu che fai?”. La prima reazione è di un macellaio: “Noi lavoriamo”. Un altro passante esce dalla metropolitana: “E io mi inc….”. Una signora: “E noi li buttiamo fuori a calci”. Un altro cittadino: “Io? Io l’ammazzerei”.

Poi, un ragazzo avverte: “Fidati che prima o poi invece di incendiarsi, di darsi fuoco, di salire sul cupolone di San Pietro per protestare, prima o poi qualcuno ‘na schioppettata gliela dà”. Un messaggio che non è piaciuto ai più.

Il commento di Santoro: “Non siamo noi a dire certe cose, noi ci siamo limitati a registrare. Comunque sia, quello spot è già superato. È stato sostituito da uno nuovo”. Infatti già da ieri sera la versione era modificata e non appariva più il ragazzo della “schioppettata”.

Che dire? L’effetto viral del primo spot ed il richiamo ottenuto a suon di polemiche ha funzionato, ora vedremo se i contenuti saranno all’altezza. A domani.

Education 2.0: Firenze 2012

Orvieto Civica partecipa al convegno nazionale che Education 2.0 organizza per il terzo anno a Firenze; l’obiettivo resta quello di dare alle scuole un luogo per discutere e riflettere su quello che stanno facendo, quello che scoprono nel lavoro quotidiano e sulle esperienze che ritengono utile mettere in comune.

convegno-education-2puntozero
“La scuola nuova nasce dal basso. Esperienze concrete di innovazione educativa”

Il principio organizzativo, ma soprattutto la nostra ispirazione, rimangono sempre gli stessi: dare voce alle scuole e agli insegnanti, alle loro idee e, soprattutto, alle loro esperienze per far emergere costantemente la progettualità e le pratiche innovative.

I TEMI

Le scuole sono libere di scegliere i temi e le esperienze che vogliono presentare. Il quadro di riferimento è quello delle grandi questioni che la scuola sta affrontando in questi anni:
• Le scelte dell’inclusione, dell’integrazione e dell’intercultura come risposta ai problemi posti da una società caratterizzata da differenze sociali e territoriali ancora molto ampie, dalla crescita dell’immigrazione, dalla dinamica delle culture e delle aspettative giovanili.
• L’orientamento come pratica continua e integrata nei curricoli, sia per la ricerca del massimo successo di ciascuno, sia per la preparazione al lavoro.
• Il confronto con le finalità culturali e professionali che vengono proposte alla scuola, a tutti i livelli, dalle recenti riforme e riordini. E, in questo quadro, il lavoro di ricerca sui saperi, gli assi culturali, la loro integrazione.
• Il tentativo di rispondere, con nuove soluzioni curricolari e metodologico-didattiche, alle finalità culturali e professionali, ma tenendo conto della complessità dei comportamenti e delle aspettative giovanili, che reclamano varietà di approccio, possibilità di scelta, impegno teorico e pratico.
• La voglia di dare una risposta forte a tutto quello che prospettano le tecnologie digitali, in termini di nuovi comportamenti degli studenti, nuovi saperi e nuovo modo di trattare i vecchi, opportunità per l’innovazione didattica.

Tutti i livelli scolastici sono coinvolti da tali questioni e tutti saranno presenti nel convegno che seguiremo interessati.

I NUOVI CURRICOLI

Education 2.0
Education 2.0

Un’attenzione particolare l’avrà l’applicazione dei nuovi curricoli previsti dal riordino della secondaria superiore, dato che in questo anno scolastico si conclude il primo biennio della loro attuazione e già in questa fascia, che poi è la conclusione dei 10 anni di istruzione per tutti, le scuole si sono dovute confrontare con tutta una serie di problemi organizzativi, culturali curricolari e didattici. Fra questi due temi emergono, a nostro avviso:
• l’integrazione dei vari assi culturali e la sua realizzazione in un disegno di percorsi che attraversano varie discipline o almeno ne richiedono il coordinamento.
• La laboratorialità, come principio didattico permanente per tutte le discipline e in ogni ordine di scuole Continua a leggere Education 2.0: Firenze 2012

Ancora sul Tribunale di Orvieto

Il gazebo
Il gazebo

“A stare ai criteri oggettivi di efficienza, economicità e di produttività” – ha detto il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Orvieto, Sergio Finetti durante un confronto pubblico il 18 ottobre scorso– “il Tribunale di Orvieto rappresenta un’eccellenza nel nostro paese. Relativamente ai criteri di efficienza, si colloca addirittura al terzo posto in Italia”.

Vero. Se ne parlava nel dettaglio qui:

https://orvietocivica.wordpress.com/2012/09/22/lannosa-questione-del-tribunale-di-orvieto/

E allora perché rimuovere le eccellenze a scapito dell’attesa di giustizia di cittadini, enti ed imprese nel territorio?

L’Amministrazione locale e regionale cosa fa per salvaguardarle?

Ah, si. La propaganda di quei pochi giorni del gazebo…

Orvieto merita 5 Stelle

Venerdì 19 ottobre il comitato promotore del Movimento 5 Stelle Orvieto si è riunito. Si sono decisi i gruppi di lavoro e d’approfondimento per il nascente Programma a 5 Stelle per Orvieto. Le anticipazioni erano già online da tempo sul sito ufficiale del movimento: http://movimento5stelleorvieto.wordpress.com/

meetup 2012-10-19 orvieto
Facce da movimento 5 stelle

Artisti, operatori culturali, associazioni, enti ed imprese, lavoratori e lavoratrici, studenti e famiglie erano rappresentati dai singoli presenti nello spirito della ricerca di cambiamento nonostante il momento così particolare per la contingenza economica per proporre nuove idee, nuove soluzioni, per ridare alla nostra città le prospettive a 5 Stelle che merita portandola fuori dall’inerzia, dall’approssimazione e dalla mancanza di prospettive. E’ una questione di visione del futuro, di grande apertura e non di soluzioni spicce e miopi, è necessario progetto globale che metta in sinergia e relazione le migliori risorse ed il forte spirito civico della cittadinanza, e solo per poter uscire dall’angolo in cui si è posta l’amministrazione, vogliamo uno scatto d’orgoglio che permetta, prima di tutto, di cacciare dal tempio chi ha fatto scempio del proprio mandato e delle promesse elettorali. Orvieto merita di più di un consiglio comunale spaccato in cui sindaco ed opposizione votano contro la maggioranza, Orvieto merita di più del declino costante, Orvieto merita di più di asili straffollati e di un bilancio basato sulle multe:

Orvieto merita 5 Stelle!

Progetti e Programma Copia&Incolla

Accuse futili di mancanza di progettualità e di genericità non ci toccano, non siamo ancora in campagna elettorale e non ci interessa un copia ed incolla di progetti ed idee specifiche come già sta avvenendo con le denunce.

Copia Incolla
Copia Incolla

Spiacente: quando sarà il momento si attiveranno le altre sezioni di questo sito e degli altri cui il sottoscritto è collegato. Allora saranno ben visibili i Progetti originali ed il Programma completo e dettagliato.

Per ora semplicemente è troppo presto per dare spazio a chi, privo d’idee e talento sia però pratico del Copia&Incolla. E non tanto per il danno che potremmo subire noialtri, no. E’ solo che, a nostro avviso, costui potrebbe danneggiare se stesso ed i propri concittadini proponendo in copia ciò per cui non ha la formazione “politica” adeguata; alla fine invece che una copia, il nostro caro emulo, ne farebbe un’inefficace caricatura.

Quindi signori abbiate fede e mettetevi l’animo in pace, avete nel frattempo la vostra occasione di proporre soluzioni originali ed efficaci o ripetere quanto attualmente nel bilancio preventivo qui ad Orvieto e cioè le stesse soluzioni di sempre, la cui efficacia è ormai ben nota a chi vive ed opera in questo territorio.

A presto.

Reddito Minimo Garantito

reddito minimo garantito
reddito minimo garantito

Orvieto Civica aderisce alla campagna per il Reddito Minimo Garantito con un’ampia coalizione di associazioni, reti sociali, partiti, movimenti, comitati, collettivi che, nel giugno scorso, ha lanciato la campagna per un reddito minimo garantito in Italia. Una campagna nata intorno ad una proposta di legge di iniziativa popolare che intende istituire anche nel nostro Paese una garanzia per il reddito per coloro che sono precari, disoccupati e inoccupati, oggi soprattutto giovani, donne e Working Poor.

Una campagna che vuole rilanciare quelle fondamenta di un modello sociale europeo che le politiche neoliberiste hanno minato, per un Welfare universale che garantisca misure di sostegno alle persone, per rilanciare politiche di redistribuzione delle ricchezze e mettere al centro del dibattito politico le garanzie, i diritti, le libertà di scelta delle persone.

La proposta di legge di iniziativa popolare per il reddito minimo garantito in Italia lanciata a giugno (e che continua a raccogliere adesioni e sostegno) terminerà a dicembre prossimo: l’obiettivo minimo è raggiungere almeno 50 mila, ma si può fare di più! Continua a leggere Reddito Minimo Garantito

Orvieto per l’Umbria a 5 Stelle

In un piacevole clima di coesione e partecipazione, e col semplice scopo portare la voce e le sentite esigenze di tutti gli Umbri in Parlamento, i Cittadini 5 Stelle – che da anni agiscono per il bene comune nelle città della Regione – hanno formato dei gruppi di studio e lavoro per elaborare proposte insieme con tutti coloro che vorranno dire la loro in temi quali l’economia, il lavoro, la salute, la scuola, l’ambiente, il territorio, il ritorno all’acqua di tutti, la connettività e molti altri.

Umbria a 5 Stelle
Umbria a 5 Stelle

Naturalmente c’eravamo anche noi di Orvieto che, come  delegazione locale, eravamo di certo tra i più numerosi a questo meeting tenutosi a Deruta, sabato scorso.

Massimo Maggi per Orvieto a 5 Stelle
Massimo Maggi per Orvieto a 5 Stelle

Siamo soddisfatti! E’ stato un vero piacere poter contare quante giovani realtà, nate dal basso e non figlie di apparati partitici, abbiano con entusiasmo portato la loro vivace intelligenza ed il loro carattere caparbio e forte. Conoscerci, incontrarci, ritrovarci è stato bellissimo.

Si è portata anche molta competenza, esperienza e tutte quelle buone idee che, strano a dirsi, non trovan casa nell’agenda politica dell’attuale partitocrazia al potere.

Idee semplici, eque, economiche, che non inquinano e che non costano un occhio ne ai cittadini ne al territorio e che, infine, nei contesti delle cosiddette democrazie avanzate, paiono funzionare benissimo.

Abbiamo spinto per una maggior coesione dei gruppi locali, è ovvio, non perché siamo tutti sulla stessa barca ma perchè tutti noi abbiamo degli obbiettivi in comune ed una comune visione del futuro.

Abbiamo incassato entusiasmo ed apprezzamenti che l’un l’altro abbiamo potuto, onestamente, scambiarci.

Abbiamo segnato la rotta ed indicato alcuni capisaldi, ma siamo ancora in mare aperto, col vento che ci gonfia le vele, lottando contro insidie, corsari e scogliere. Fiduciosi avanziamo, saldi e con lo sguardo all’orizzonte.  Continua a leggere Orvieto per l’Umbria a 5 Stelle

Siamo sconcertati, ci aspettiamo un pronunciamento dell’amministrazione comunale…

Visioni in Movimento

A fine Ottobre 2012 si terrà il Consiglio Comunale di Orvieto per l’approvazione del Bilancio di Previsione 2012-2014.

Dalla lettura della Relazione Tecnica al Bilancio di Previsione del 2012 del Comune di Orvieto alle prime pagine (ultimo par. pag. 4) ci viene comunicato che il risultato della gestione finanziaria 2011 ha chiuso con un disavanzo di € 8.442.703,57 salvo poi ritrovarsi a pag. 7 con un disavanzo di € 9.864.236,17 (conforme alla pag. 14 del Bilancio Previsionale 2012). E’ sicuramente un refuso o un errore di lettura ma sarà interessante vedere cosa c’è scritto nella deliberazione GC n° 82 del 05/07/2012.

Inoltre ci viene comunicato (pag. 5 primo comma) che l’introito preventivo con la nuova istituita imposta di soggiorno sarà di € 200.000,00 per il 2012, forse sarebbe stato più esatto parlare di € 40.000,00 per quel che rimane del 2012, diciamo forse poiché, come leggeremo a pag. 21, la…

View original post 2.386 altre parole

Infopoint Orvieto Civica e 5 Stelle – Lucia Vergaglia

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

CDP ORVIETO

LORO BIPARTISAN...NOI PER SEMPRE PARTIZAN !

Marialucia Lorefice

Presidente XII Commissione Affari Sociali. "In Parlamento portavoce degli Italiani"

Visit Orvieto

Probably the most beautiful, memorable, and enjoyable hill towns in central Italy.

5 MINUTI PER L'AMBIENTE

SOCIALBLOG DEDICATO ALL'AMBIENTE

L'ECOrvietano

#Sostenibilità, #Territorio, #Ambiente, #RifiutiZero

Amministrazioni Sostenibili

Progetto sperimentale per la riduzione e il riutilizzo dei rifiuti del Comune di Mentana

Cinisello Balsamo 5 Stelle

"Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere" (Mahatma Gandhi)

Alfredo Parisi

Don't be bored, do something!

LibreUmbria

Progetto di adozione di LibreOffice nella PA umbra

Minuzie

Occuparsi di un solo argomento non è solamente inutile. E' dannoso.

Bagno a Ripoli 5 stelle

MoVimento 5 stelle - BeppeGrillo.it

Carta scampata

Discorsi sui libri e viaggi di sola andata

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

Luca's Blog

The world is my playground

Blog di Silvia Fossi

Nata sotto il segno della vergine

Thomas De Luca

Portavoce M5S - Consiglio Comunale di Terni

Tra nebbia e fango

Alla negazione della libertà, e perfino della possibilità della libertà, corrisponde la concessione di libertà atte a rafforzare la repressione. H. Marcuse

Circolo Uaar di Terni

Just another WordPress.com site

movimento5stellefoligno

Non siamo un partito non siamo una casta....siamo cittadini punto e basta

umbertide5stelle

Smile! You’re at the best WordPress.com site ever

orvietodomani

Immagini e testi per una Orvieto possibile, una moderna Smart City europea fiorita intorno allo splendido centro storico...

Monica Riccio

l'unico modo per far avverare i propri sogni è svegliarsi ...

il Camper de Noattri

Camperisti sfegatati in giro per il mondo