Par Condicio 2013

Riceviamo e, con apprezzamento, pubblichiamo integralmente:

par-condicioORVIETO

Con l’indizione dei comizi per lo svolgimento delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio prossimi e fino alla chiusura delle operazioni di voto, anche l’Agenzia di informazione istituzionale quotidiana “Orvieto Notizie” adempie alle disposizioni in materia di comunicazione istituzionale, stabilite dall’art. 9 della legge 28/2000 che vietano a tutte le Pubbliche Amministrazioni di svolgere attività di comunicazione istituzionale, ad eccezione di quelle effettuate in forma impersonale ed indispensabili per l’efficace assolvimento delle proprie funzioni.”

In pratica l’agenzia di stampa della locale amministrazione non entrerà a gamba tesa nell’affaire elettorale. Appreziamo l’impegno certi che non ci si vorrà sottrarre, celati da codesta foglia di fico, al corretto comunicare con la cittadinanza in relazione agli argomenti cogenti ed urgenti relativi all’amministrazione ed al territorio.

 

Annunci

Il rimpiattino dell’alluvione continua…

Continua, continua ancora.

alluvioneAncora rimpalli di responsabilità, tentate affermazioni personali, accuse reciproche in un rimpiattino che continua ancora. E’ incredibile. Le dichiarazioni di Trappolino, le sue accuse sulle promesse non mantenute di Monti, i milioni in legge di stabilità, destinati agli alluvionati ma, ricorda proprio a Trappolino Piergiorgio Pizzi, sui quali non son ancora giunti ragguagli, la richiesta del nostro Sindaco di velocizzare la pratica della richiesta di stato di calamità, per 7 milioni, che tuttavia solo il 3 gennaio è stata trasmessa agli uffici competenti, il capogruppo pidielle Nevi ne fa una questione di campagna elettorale e tira in ballo la sotterranea alleanza tra lo stesso Monti e Bersani che induce la nostra presidenza regionale a tacere su questi problemi locali, a seguir poi la scontata e piccata risposta della Marini…

Signori, basta. Fatti non parole. L’alluvione c’è stato ad inizio novembre, siamo alla fine di gennaio e qui c’è solo il rimpiattino che continua.

Incontri con la cittadinanza

Orvieto e dintorni.

il nostro programmaAncora proseguono gli incontri informali con la cittadinanza per presentare i punti dell’Agenda Grillo, il programma elettorale del MoVimento a 5 Stelle, gli approfondimenti delle esigenze territoriali.

Però con l’avvio ufficiale della campagna elettorale ci dovremo rifare ai tempi contingentati dei singoli comuni ed ai relativi spazi.

Tuttavia potrete incontrare anche alcuni dei candidati per il Parlamento Nazionale, dei cittadini come Voi che andranno a Roma, con le idee chiare per portare le Vostre istanze ed esigenze e che, attraverso internet, prenderanno l’impegno di portare le proposte di legge che giungeranno dalla gente ed accettate da almeno il 20% della base degli iscritti al MoVimento.

Insomma un’autentica novità dove per davvero i nuovi eletti saranno portavoce di chi vive giorno per giorno la durezza della nostra realtà nazionale e locale.

Rimanete in contatto per le novità ed il nuovo calendario.

Visioni in Movimento

confLa distruzione del benessere

(di massimo maggi)

Cos’è lo stato di benessere? In poche parole lo stato di benessere consiste nella azione del governo di un paese che garantisca a tutti i suoi cittadini un ragionevole ed umano livello di ingresso, alimentazione, salute e educazione. E’ la conferma del diritto che consente a tutte le persone di non essere escluse dalla società; il Reddito di Cittadinanza deve consentire a tutti un accesso al servizio pubblico ed ai diritti fondamentali ed inalienabili.

Non si tratta di assistenzialismo, ma del riconoscimento del diritto di un livello sociale normale (salute, educazione, famiglia, etc,). Molto ed altro, in tutto o in parte, nella sostanza o nella forma, i paesi dell’Europa Occidentale stanno discutendo in questi giorni come smantellale lo Stato di Benessere.

Il Lavoro precario, la privatizzazione della cosa pubblica e lo smantellamento della sicurezza sociale. Le argomentazioni politiche ed economiche che vengono portate…

View original post 235 altre parole

Lettera aperta ad Ingroia

Da qualche tempo si è affacciato alla scena politica il Movimento Rivoluzione Civile, fondato da Antonio Ingroia.

«Vogliamo selezionare i candidati alle prossime elezioni con il criterio della competenza, del merito e del cambiamento», così recita il “Manifesto Io ci sto“, tuttavia in pochissimi giorni la prevedibile debacle del progetto con l’addio del gruppo fondativo ‘Cambiare si può’. Anche le Agende Rosse di Borsellino e il Popolo Viola aumentano le distanze da Rivoluzione Civile. E le liste piene di riciclati in posti sicuri per il porcellum (Diliberto in testa) stanno esasperando la base che torna a guardare al MoVimento 5 Stelle.

not-approvedIntanto è iniziata la campagna elettorale ed i manifesti recanti il logo con il nome Igroia stanno invadendo i vari spazi disponibili a cominciare da quelli online ma… c’è un ma.

Al posto delle facce di Diliberto e Di Pietro trovate gli eroi dei fumetti. Tex, Dylan Dog, Superman, Batman, Hulk, i Simpson ed addirittura i cartoon per bambini della Disney e Peppa Pig, eroina per i bimbi, gli under 5. Immediata la diffida della Bonelli editore e l’apertura di un osservatorio negli USA (dove in genere in questi casi partono richieste per risarcimenti a 6 zeri).

E qui da noi? Beh… noi ci limitiamo, anche perché appassionati di fumetti, a scrivere una lettera aperta al dott. Ingroia, sperando di centrare l’obbiettivo di restituire i fumetti a quella dimensione apolitica od al massimo satirica che gli spettano.

Per le possibili “intemperanze” ed “inosservanze” del diritto d’autore del paladino della legalità Ingroia siam certi che il magistrato in aspettativa elettorale saprà tornare sui propri passi. Qui di seguito la lettera. Continua a leggere Lettera aperta ad Ingroia

Dall’Umbria verso Roma

Siamo partiti è ufficialmente iniziata la campagna elettorale per le elezioni politiche 2013.

Trova le piccole differenze tra la politica ed il paese

Cominciano a comparire i rassicuranti faccioni sui megamanifesti da centro commerciale,da uscita dell’autostrada. Manifesti costosi, pagati con il cosiddetto “rimborso elettorale”, l’ex finanziamento pubblico ai partiti abrogato per referendum e poi tornato (ben più pingue) sotto altra forma.

Cominciano a comparire le centinaia di simboli, appartenenti in larga parte alle stesse persone, cominciano a moltiplicarsi gli incontri televisivi e le interviste non solo dei leader ma anche di astrusi tecnici che spiegano in modo incomprensibile il perchè subure una nuova tassa, o quanto sia giusto che una tariffa aumenti.

Il solito trantran elettorale insomma. Ognuno a dir male di un’altro con cui fino a ieri era alleato, ognuno a dire che è alternativo, ognuno che promette lavoro, sicurezza ai vecchi, opportunità ai giovani… futuro. Ma sono sempre loro, da moltissimo tempo. Sempre loro.

Chi c’è di nuovo? Beh, nonostante le piccole trappole, l’anticipare scientificamente a febbraio le elezioni e lo scempio della raccolta delle firme c’è un nuovo MoVimento che si mette in politica. A parte Beppe Grillo delle facce che verranno elette non ne conoscete quasi nessuna…. quasi, qui ad Orvieto i due candidati del MoVimento 5 Stelle potreste averli incontrati al mercato, a scuola, in tabaccheria, dal meccanico o dal giornalaio. Perchè sono come Voi, sono dei Vostri, sono comuni cittadini, scelti da altri comuni cittadini tra comuni cittadini. Gente che sa quanto costa la vita, che sa quanto è dura lavorare e quanto è lo è ancora di più stare senza lavoro, gente che ha studiato, ma che non è figlia di professori importanti ed inseriti che subito gli trovano l’incarico. Gente normale, che vuole solo che la gente normale possa vivere bene, più che dignitosamente in una società giusta, libera, senza i pesi di debiti, corruzione, burocrazia. Cittadini che hanno un programma…  Oggi, qui ad Orvieto, noi cominciamo a parlarne.


Ricordate: Non Vi chiediamo il voto, Vi chiediamo di informarVi.
http://www.facebook.com/Umbria5Stelle
http://umbria5stelle.com/

Umbria 5 Stelle

Tsunami Tour: l’Umbria c’è
Piazze piene e grande partecipazione al tour elettorale di Beppe Grillo
Data:     16/01/2013
Perugia, ore 17,30

Nonostante la pioggia copiosa l’Umbria avvolge con entusiasmo lo Tsunami Beppe Grillo. Il fondatore del MoVimento 5 Stelle prima di cominciare un vero e proprio comizio elettorale chiede alla folla di chiamarlo Populista e Demagogo per anticipare le solite vuote polemiche che non affrontano i problemi ne le idee.
Poi rapidamente un exursus sul programma del MoVimento, focalizzato sulla Piccola e Media Impresa da sostenere e sul reddito di cittadinanza prima di passare la parola ai giovani candidati al Parlamento.

tsunami perugia
Tiziana Ciprini, capolista alla camera ha coinvolto il pubblico con un gioco semplice per mostrare una realtà crudele che attanaglia le vite dei cittadini della nostra regione: “una volta” – chiede la Ciprini – “i cognomi delle persone indicavano la professione od il mestiere dei padri. Come pensate…

View original post 86 altre parole

Mercoledì Beppe, sabato trippa

Siamo un pò presi dagli appuntamenti di questi giorni.

Intanto oggi c’è lo Tsunami Beppe Grillo che taglia l’Umbria, a Perugia alle 17, al palazzetto dello sport di Foligno alle 21. Seguirà cena con i candidati della regione, tra i quali vi ricordo che ci sono i due Orvietani Giacomo Cristofori e Massimo Maggi.

tsunami1

Per chi non potrà partecipare agli eventi, beh… poco male, c’è la diretta streaming qui e resterà fissa fino al 22 su questo sito.

Sabato si riprendono i lavori locali con la riunione all’EcoOsteria “La Svolta” (ex 3 Piccioni) al parcheggio dello stadio. Ci si riunisce, si dibatte un pò sull’ordine del giorno, si tirano le stomme dell’incontro con Beppe, si litiga, si fa pace, s’immagina un mondo migliore, si prepara la campagna elettorale, si preparano gli incontri in tema economia e lavoro.
Cose così, qui ad Orvieto, qui in Umbria, Italia, pianeta Terra.
Stay Tuned

Commenti Comunali sul 2012

Marco Frizza, presidente del Consiglio Comunale di Orvieto, ha tracciato un bilancio delle attività poste in essere nelle 22 sedute di quest’anno. Un bilancio sul quale si dovrebbe rispondere parola per parola e nel contenuto, e dovrebbe farlo o poterlo fare ogni cittadino.

gonfaloneRaramente però può accadere, molto raramente, ed in generale in occasioni informali. Ovviamente le sedute sono state pubbliche e non nego alcuni interventi di grande valore, sia dalla maggioranza che dall’opposizione. Tuttavia è palese la mancanza di contatto con il tessuto della città di quanto avviene in consiglio, lo scollamento è evidente. Al di la dello snocciolare i temi discussi nei singoli momenti consiliari si sarebbe dovuto guardare alla qualità dei risultati. Quelli considerati positivi sono retromarce, un rivedere le decisioni precedenti prese dagli stessi consiglieri, il dimezzamento delle tariffe dei parcheggi, il continuo cambiare il piano traffico ne sono solo gli esempi più evidenti ed il no al terzo calanco sono gli esempi più evidenti.

In pratica, a parte il recepimento di decisioni d’altre autorità, non Orvietane, su alcuni asset democratici strategici come il Tribunale e l’Asl, ed a parte la triste decisione di mettere infrastrutture territoriali poderose fuori dal controllo della cittadinanza, come la (ex) caserma, l’attività consiliare è stata tutto un decidere, agire per poi ripensarci e tornare sui propri passi; forse potremmo dedurre che tempo e denari non manchino qui in Orvieto a giudicar da tanto fare, n’est pas?

Ebbene, caro presidente, forse avreste potuto ipotizzare una via alternativa che Vi avrebbe risparmiato il fare scelte in contrasto con quelle della Vostra cittadinanza. La via più elegante, la conosce bene, si chiama Bilancio Partecipativo e permette a tutti i cittadini d’intervenire nelle scelte tattiche e strategiche prima di stendere un bilancio preventivo, così si evita quest’assurda tela di Penelope del fare e disfsare che i cittadini, oggi, prima pagano e poi subiscono. A Parma, un sindaco a 5 Stelle appena eletto lo ha subito reso possibile, in 200 giorni tutta la cittadinanza è stata coinvolta ed ha partecipato. 200 giorni…

Infopoint del gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle Orvieto e del MeetUp Orviato 5 Stelle.

CDP ORVIETO

LORO BIPARTISAN...NOI PER SEMPRE PARTIZAN !

Marialucia Lorefice

Presidente XII Commissione Affari Sociali. "In Parlamento portavoce degli Italiani"

Visit Orvieto

Probably the most beautiful, memorable, and enjoyable hill towns in central Italy.

5 MINUTI PER L'AMBIENTE

SOCIALBLOG DEDICATO ALL'AMBIENTE

L'ECOrvietano

#Sostenibilità, #Territorio, #Ambiente, #RifiutiZero

Amministrazioni Sostenibili

Progetto sperimentale per la riduzione e il riutilizzo dei rifiuti del Comune di Mentana

Cinisello Balsamo 5 Stelle

"Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere" (Mahatma Gandhi)

Alfredo Parisi

Don't be bored, do something!

LibreUmbria

Progetto di adozione di LibreOffice nella PA umbra

Minuzie

Occuparsi di un solo argomento non è solamente inutile. E' dannoso.

Bagno a Ripoli 5 stelle

MoVimento 5 stelle - BeppeGrillo.it

Carta scampata

Discorsi sui libri e viaggi di sola andata

Un altro orizzonte

Il taccuino degli appunti di Giovanni Scrofani

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

Luca Conti's Blog

Digital marketing consultant, Italian author and journalist

Blog di Silvia Fossi

Nata sotto il segno della vergine

Thomas De Luca

Portavoce M5S - Consiglio Comunale di Terni

Tra nebbia e fango

Alla negazione della libertà, e perfino della possibilità della libertà, corrisponde la concessione di libertà atte a rafforzare la repressione. H. Marcuse

Circolo Uaar di Terni

Just another WordPress.com site

movimento5stellefoligno

Non siamo un partito non siamo una casta....siamo cittadini punto e basta

umbertide5stelle

Smile! You’re at the best WordPress.com site ever

castello5stelle

MoVimento 5 Stelle di Citta' di Castello

orvietodomani

Immagini e testi per una Orvieto possibile, una moderna Smart City europea fiorita intorno allo splendido centro storico...

Monica Riccio

l'unico modo per far avverare i propri sogni è svegliarsi ...