Di lotta e di governo…

Bleahh, digustosi.
Bleahh, digustosi.

Quando mi dicono che esponenti di un locale partito stanno formando una lista civica intenti critici nei confronti del partito stesso.

Quando leggo di “una lista civica al cui interno vi siano soprattutto rappresentanti della cosiddetta società civile ma anche iscritti ai partiti, nella quale però le forze politiche non svolgano un ruolo di primo piano”

Quando si spaccia per rivoluzionario che sta fermo li da decine di anni a fare apparato.

Quando c’è chi si professa di lotta ma anche di governo, di potere ma anche di protesta beh… mi viene da ridere, ma mi vien anche la nausea.

E poi parlano, e accusano altri d’Antipolitica, questi che ne fanno sempre mercimonio.

O tempora o mores…

Annunci

Noi di OrvietoCivica per le elezioni politiche 2013

Noi di OrvietoCivica ci siamo.orvieto-5-stelle

Noi di OrvietoCivica siamo contro l’astensione, noi di OrvietoCivica votiamo e proponiamo di votare MoVimento 5 Stelle, noi di OrvietoCivica stiamo aiutando, nel nostro possibile, i candidati ed i gruppi locali di tutta l’Umbria, noi di OrvietoCivica, attraverso la rete, collaboriamo anche con le realtà a 5 Stelle più remote, noi di OrvietoCivica vogliamo un futuro migliore per questo territorio, noi di OrvietoCivica sappiamo che questo territorio vive nell’organismo nazionale quindi noi di OrvietoCivica siamo convinti che la nazione sia la casa naturale in cui nascano le opportunità del futuro.


Cittadini tra i cittadini… che conoscono la strada

Queste prossime elezioni saranno quelle della terza repubblica, quelle in cui la casta potrebbe essere finalmente sconfitta, in cui coloro che ci hanno sommersi di tasse (PD, PDL, Monti e tutti coloro che lo hanno sponsorizzato) mentre si aumentavano stipendi e privilegi, ci tagliavano diritti e lavoro mentre i loro amici e parenti venivano senza alcun merito inseriti nei ruoli chiave delle aziende strategiche per lo stato. Continua a leggere Noi di OrvietoCivica per le elezioni politiche 2013

Rappresentanti di lista 2013

Inizia anche qui nell’Orvietano la selezione dei rappresentanti di lista per le prossime elezioni politiche del 24-25 febbraio 2013.rappresentanti lista 5 stelleCome gli altri componenti dell’ufficio elettorale di sezione del seggio, egli è componente dello stesso nonché, a tutti gli effetti, pubblico ufficiale. Oltraggi ai rappresentanti di lista, come agli altri membri del seggio, sono perseguiti per direttissima.

Il Presidente del Seggio, dopo due ammonizioni, può disporre l’allontanamento dei rappresentanti di lista dal seggio se questi esercitano pressioni sui votanti o disturbano il regolare svolgimento del voto. E’ un’impegno che il MoVimento assume quello di non fare pressioni sui votanti e di essere rispettosi dell’attività del seggio. Dobbiamo essere in questo come in altri ambiti dei cittadini esemplari! Continua a leggere Rappresentanti di lista 2013

A Città di Castello

Nella giornata di sabato 5 gennaio 2013, ci ritroveremo in P.zza Matteotti a Città di Castello, l’antica e bellissima Tifernum Tiberinum, per ringraziare tutti coloro che con il loro impegno hanno difeso la democrazia costringendo, con una forte pressione civica, a queste elezioni, costringendo la casta a creare un vero inferno mediatico fingendosi tutti contro tutti, accreditandosi percentuali bulgare in sondaggi risibili, e copiando, assurdamente, lo stesso programma del 5 Stelle pur di rimanere attaccati alle poltrone. Ah, se sarà un piacere.

Città di CastelloSaremo felici di condividere insieme, con quanti lo vorranno, il cammino da noi intrapreso.Ci saremo anche noi da Orvieto per dare una mano, ad informare ed a rispondere a qualche domanda come queste selezionate tra le tante che che ci giungono:

Perchè comprare nelle nostre città chilometro zero? Per motivi ecologici? Per non prendere l’auto?

No. Non per questo, sono vantaggi ma i 10 buoni motivi che proponiamo, tra i molti altri, sono questi.

  1. Perché sono nostri e Vostri Concittadini
  2. Perché sono vicini
  3. Perché collaborano nelle attività locali, nella vita locale
  4. Perché ai politici interessano più le realtà distanti ed internazionali
  5. Perché pagano sempre più tasse e sostengono il territorio
  6. Perché i nostri quartieri saranno sempre più brutti, deserti ed insicuri senza il commercio
  7. Perché nel commercio locale incontriamo le migliori personalità e professionalità
  8. Perché è il commercio che mantiene vivo il calore del luogo
  9. Perché senza il commercio locale molta gente sarà disoccupata o costretta al pendolarismo
  10.  Perché vogliamo le realtà locali più umane e più dignitose della vita e delle persone

Se vi par poco… Continua a leggere A Città di Castello

La città dei Sogni

La città dei sogni“Non si può governare una città senza sogni, senza idee, senza strategia, senza utopia, senza una visione. Non si può amministrare una città con approssimazione, incuria, mancanza di prospettive. Non si può dirigere un municipio immaginandolo un’isola, scollegato dal territorio, dai vicini, dalla nostra Nazione e dall’Europa. Non si può custodire una località senza rispettare, conservare, valorizzare e diffonderne lingua e tradizioni locali. Non si può vigilare sulle ricchezze locali e sui propri concittadini senza coraggio, senza scelte, senza intelletto. Non si può far progresso di un paese senza favorirne e promuoverne le migliori caratteristiche, gli aspetti più esemplari, le storie più meritevoli.

Di colui che occupa una poltrona come se fosse lì per caso, come se dovesse solo tenere in ordine una stanza, come se dovesse solo aggiungere un divieto, una telecamera, privatizzare un servizio e tagliare qualche diritto, noi, non vogliamo più saperne…”

Qui, ora, ovunque, sempre.

Propositi per l’anno nuovo degli Italiani (2013)

Il 2012 è stato un’anno durissimo in Italia, che ha lasciato in difficoltà terribili famiglie ed imprese, che ha visto imprenditori suicidi, coppie che reinviano sine die matrimonio e la scelta d’aver figli, che ha visto moltissimi talenti rinunciare agli studi e che ha visto aumentare la flottiglia dei cosiddetti inattivi sfiduciati, che non studiano e lavorano e che non cercano più lavoro. Del resto abbiamo un saldo negativo delle imprese, mi si perdoni, impressionante. Siamo poi in piena demotorizzazione, i saldi tra immatricolazioni e rottamazioni delle auto dovrebbe far tremare davvero i polsi a chi ha investito in una EniStation, a chi ha pensato di costruire una terza corsia, allo stato che si basa su iva e accise dei carburanti… persino nelle feste di natale il traffico si era ridotto. Non ci sono file per i saldi, il commercio langue, i magazzini traboccano.
Forse la decrescita auspicata dall’economista Serge Latouche è già in atto?
Le famiglie sono tornate indietro di molti anni: il loro potere d’acquisto si è ridotto al minimo… tuttavia le case costano ancora decine d’anni di retribuzione per un normale lavoratore NON precario. Si doveva decrescere in maniera felice, controllata, con una condivisione degli obbiettivi, non precipitare tra mutui che marginalmente aumentano lo stesso costo del bene per cui vengono erogati, tra crediti al consumo, tasse sproporzionate, male orientate i cui proventi son peggio gestiti e costi dei servizi in libero aumento se inEquitalia non ti ha schiacciato prima.
Questo è un paese in cui le assicurazioni obbligatorie, da quando son state “liberalizzate”, sono aumentate nel costo di decine di volte, servizi sanitari e civici che progressivamente si allontanano dai cittadini…
No, non va bene. Basta così!

buoni-propositi121. Proposito
Bisogna raggiungere l’equilibrio dinamico tra necessità della cittadinanza, spinte competitive e governo della nazione. Gli appetiti di privati per fare impresa e competere sono sani finchè non cominciano a cannibalizzare se stessi, territorio, cultura, Stato e Cittadini. Le necessità della cittadinanza non sono solo sicurezza, cibo, calore, riparo ma anche libertà, partecipazione, crescita, speranza, gioia e lavoro, lavoro utile, non abrutimento. Il governo della nazione va dal relazionarsi con le altre nazioni o federazioni di stati alla gestione dei servizi ai cittadini, dalla tutela dei territori alla creazione di un’ecosistema economico, sociale e normativo in cui tutti abbiano sia opportunità che una vita libera e felice.

Continua a leggere Propositi per l’anno nuovo degli Italiani (2013)

Bilancio di fine d’anno (blob 2013)

Orvieto, la crisi ed il turismo che non c’è al ritmo di Santuario si, Santuario no. Riassetto delle viabilità “avanti Savoia”, si passa in piazza della Repubblica, adesso non più si va da Piazza del popolo a piazza delle Erbe anzi no tutto al contrario, si va a porta Romana anzi no, facciam così: “indietro Savoia”. Mi gira la testa.

orvieto-slideshow-08

Ma i parcheggi per gli orvietani, aumentano, ma costano, spariscono dalla caserma, ma quelli eran gratis, fai l’abbonamento al sotterraneo, mensile annuale anzi annuale ma per 17 ore su 24 così ogni giorno devi spostare l’auto, anche se sei malato, anche se sei stanco, anche se sei in ferie. Che mal di testa, ma ci sono i saluti; addio, addio alle università, addio centro studi, restano gli asili nido, pero aumentano i costi, raddoppiano gli sforzi del personale del nido, alcuni salteranno i pasti, alla materna il buono mensa si prende in banca, come fosse un mutuo, così imparano sin da piccoli, ne parliamo al bilanco, anzi no, i bilanci son votati votati dall’opposizione mentre la maggioranza si smonta e dimette un pezzo alla volta, intanto per legge il Tribunale va a Terni, che non è più provincia, anzi si, che mal di testa ho bisogno di un cachet, vado in farmacia, no non puoi l’abbiamo venduta, anzi no, intanto il comune, quindi anche io, denuncia il personale della farmacia comunale, perchè vien venduta? Non lo sai i privati lavorano meglio. Quindi era in passivo? No, era in attivo sennò chi se la comprava? Che mal di testa, che casino ma c’è già il jazz? No,Umbria Jazz va in serie B secondo la regione, anzi no, forse si ma si fa lo stesso. Che mal di testa mi manca la terra da sotto i piedi. Hai ragione lentamente frana, come lungo la salita, vicino al bar Igloo, riaffiorano anche tufi etruschi e nuovi pozzi, ma con una colata ed un muretto metteremo tutto a posto. Che mal di testa, cos’è questo rombo? Arriva l’alluvione, fortuna che ha travolto solo i mezzi, un’ora dopo e prendeva i bimbi che andavano a scuola, abbiamo culo, un grandissimo culo, non eravamo attrezzati, a sfangare ci hanno pensato i ragazzi delle scuole, e mentre loro scavavano per fortuna i capannoni hanno retto, nessuno aveva controllato ma hanno retto e non ci sono stati incidenti, abbiamo culo, un grandissimo culo, i vestiti coloratissimi dei ragazzi sono diventati tutti grigio fango ma sorridono felici, mentre quei tipi? Quelli coi vestiti gialli? Quelli gialli gialli? Belli visibili, lindi, senza macchie di fango? Non so… chi ha uniformi gialle qui ad Orvieto? Che mal di testa. Hai fatto l’abbonamento al parcheggio? Si, sennò era un casino dopo la chiusura dei parcheggi gratuiti e poi bisogna che con quei costi si coprano le spese di realizzazione e mantenimento dei parcheggi a pagamento, ma siamo pochi, in quanti lo abbiamo fatto? Non saprei ma è dimezzato. COSA? Mi levi il parcheggio gratis per costringermi a fare l’abbonamento e adesso? Quello che arriva adesso paga la metà? E non sei contento? Significa che adesso per coprirne i costi i soldi verranno presi con le tasse, a questo punto lasciavamo quello gratuito, no? Monti dice che ha salvato l’Italia e che si può pensare alla crescita, l’amministrazione locale che dice? Mi pare “Abbiamo salvato Orvieto, adesso pensiamo alla crescita….”
Che mal di testa, che mal di testa…

Fanello fermo con le 4 frecce

Ricordate? Pronti per marzo 2012

Il centro commerciale del Fanello avrebbe dovuto esser pronto per marzo 2012, avremmo potuto gioire di un cinema multisala di ultima generazione ed avremmo avuto ricadute economiche e lavorative su tutto il territorio.

orvieto-mossa-del-palio-immobiliareSiamo invece in presenza di un cantiere che non lavora, fermo con le quattro frecce, che se non fosse per il supermarket che illumina con le sue luci i posti auto, rasenterebbe la più desolante delle periferie delle grandi metropoli.

Qui ai piedi della rupe, in uno scenario d’incomparabile bellezza abbiamo semplicemente un’opera incompiuta, come al solito portata avanti senza un piano d’impresa degno di questo nome e con costi e ricadute sul territorio, come ad esempio le modifiche di viabilità e le opere d’urbanizzazione.

Il ritardo nella consegna dei lavori abbatte pesantemente i valori immobiliari del circondario, frena gli investimenti dei privati e ricade sul pubblico. Inevitabilmente.

 

Winter is coming

Sale e catene, speculazione.

Il solito dejavù invernale. Arrivano le prime brinate, e non si trova più una catena da neve, un pneumatico invernale ed i sacchi di sale che a prezzi modici fino a novembre erano disponibili in negozio o al supermarket.

“Tocca ordinarle, ma costeranno un pò di più, sa com’è…”

Certo che lo sappiamo, si chiama speculare, si mette nel sottoscala la roba, la si tira fuori quando è divenuta necessaria, ed è una pratica commerciale “scorretta”.

Intanto partono i posti di blocco e ci sono multe in arrivo per chi non si attrezza per tempo. Come dice la pubblicità di un famoso telefilm

“L’inverno sta arrivando. Winter is coming”

Winter+is+coming

Infopoint del gruppo consiliare MoVimento 5 Stelle Orvieto e del MeetUp Orviato 5 Stelle.

INGVterremoti

l'informazione sui terremoti

CDP ORVIETO

LORO BIPARTISAN...NOI PER SEMPRE PARTIZAN !

Marialucia Lorefice

Presidente XII Commissione Affari Sociali. "In Parlamento portavoce degli Italiani"

Visit Orvieto

Probably the most beautiful, memorable, and enjoyable hill towns in central Italy.

5 MINUTI PER L'AMBIENTE

SOCIALBLOG DEDICATO ALL'AMBIENTE

L'ECOrvietano

#Sostenibilità, #Territorio, #Ambiente, #RifiutiZero

Amministrazioni Sostenibili

Progetto sperimentale per la riduzione e il riutilizzo dei rifiuti del Comune di Mentana

Cinisello Balsamo 5 Stelle

"Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere" (Mahatma Gandhi)

Alfredo Parisi

Don't be bored, do something!

LibreUmbria

Progetto di adozione di LibreOffice nella PA umbra

Minuzie

Occuparsi di un solo argomento non è solamente inutile. E' dannoso.

Bagno a Ripoli 5 stelle

MoVimento 5 stelle - BeppeGrillo.it

Carta scampata

Discorsi sui libri e viaggi di sola andata

Un altro orizzonte

Il taccuino degli appunti di Giovanni Scrofani

Tutte cose

l'ironia è il sale della democrazia

Luca's Blog

The world is my playground

Blog di Silvia Fossi

Nata sotto il segno della vergine

Thomas De Luca

Portavoce M5S - Consiglio Comunale di Terni

Tra nebbia e fango

Alla negazione della libertà, e perfino della possibilità della libertà, corrisponde la concessione di libertà atte a rafforzare la repressione. H. Marcuse

Circolo Uaar di Terni

Just another WordPress.com site

movimento5stellefoligno

Non siamo un partito non siamo una casta....siamo cittadini punto e basta

umbertide5stelle

Smile! You’re at the best WordPress.com site ever

castello5stelle

MoVimento 5 Stelle di Citta' di Castello

orvietodomani

Immagini e testi per una Orvieto possibile, una moderna Smart City europea fiorita intorno allo splendido centro storico...

Monica Riccio

l'unico modo per far avverare i propri sogni è svegliarsi ...