Archivi tag: democrazia partecipativa

Giornata mondiale della Democrazia 2018

COME PROMOTORI DELLA DEMOCRAZIA DIRETTA NON POSSIAMO NON RICONOSCERE L’IMPORTANZA DI QUESTA GIORNATA

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha istituito nel 2007 la Giornata mondiale della democrazia per celebrare il valore e l’importanza della democrazia per gli stati membri, per il Sistema Nazioni Unite e per tutte le organizzazioni regionali, intergovernative e non governative. Si celebra il 15 settembre di ogni anno. Continua a leggere Giornata mondiale della Democrazia 2018

Al M5S la vice presidenza della II commissione.

Va al M5S la VicePresidenza della seconda commissione permanente del Comune di Orvieto.

vergaglia_1Le competenze di questa commissione sono assolutamente le più ampie e rilevanti essendo questa l’organismo dove vengono esaminati e discussi statuti, regolamenti, bilanci, tributi, urbanistica, ambiente, edilizia pubblica e privata e tutti gli affari di competenza del Consiglio Comunale oltre agli istituti di democrazia partecipativa (petizioni, referendum, rapporti con gli enti di prossimità quali le consulte ed i consigli di zona).

Inoltre, dal prossimo settembre, presso questa commissione passerano anche atti che influenzano le aree vaste ed avranno efficacia ben oltre i confini comunali e, probabilmente, la stessa la Provincia di Terni in forza del cosiddetto Decreto Svuotaprovincie (DDL Delrio).

Qui di seguito il commento di Lucia Vergaglia, nuovo vicepresidente della II commissione. Continua a leggere Al M5S la vice presidenza della II commissione.

Voi non siete soli…

Finalmente il parlamento si avvia.

Filippo Gallinella, portavoce a 5 stelle, eletto nella circoscrizione dell'Umbria.
Filippo Gallinella, portavoce a 5 stelle, eletto nella circoscrizione dell’Umbria.

Servivano le commisssioni permanenti per darce un ordine, stabilire chi fa cosa e come nella sede dove si deve deliberare la politica di oggi e di domani. Il governo, potere esecutivo, serve ad altro, non a fare scelte strategiche ma rispondere alle esigenze contingenti, a render fatto pratico quanto quanto il potere legislativo, il parlamento, delibera, propone o, con i suoi strumenti di controllo, investiga.

Siamo insediati da pochissimo e già cominciamo a tirare i nodi al pettine. Qui nella foto il deputato Filippo Gallinella, eletto nella nostra circoscrizione elettorale, che riporta la vostra voce in quelle lontane aule di Roma, dove diversamente non sareste stati ascoltati.

E’ il megaparco eolico previsto sul Peglia oggetto della sua interrogazione oggi su tutti i giornali locali, ma la voce, gente, è la Vostra.

Mentre tutti infatti avevano tacitamente accettato il progetto la nosta voce fu la prima, in tempi non sospetti ad alzarsi contro questo costoso, inutile e dannosissimo progetto [Link].

eolico 2Nel corso di questi mesi con il nuovo quadro politico tutti, ma proprio tutti ci stanno seguendo e la cosa a noi sta benissimo. Il risultato è importante, ma è anche importante ricordare chi ha tracciato il solco iniziale, Voi.

E’ questa la novità: Voi non siete soli, non più. L’incantesimo che Vi teneva lontani dai palazzi del potere finalmente si sta spezzando, nonostante loro. Adesso la Vostra voce viene portata dentro le stanze dei bottoni ed alta e forte si fa sentire e questo è solo l’inizio.

PS
In arrivo altre interessanti novità, restate sintonizzati e sarà un piacere:

Il Web rende partecipativa la democrazia…

Chinque si sia occupato professionalmente d’informatica e tecnologie come il sottoscritto lo da per scontato: il futuro della democrazia passa per il Web.

Tim Berners Lee: “il web rende libero il mercato e partecipativa la democrazia”
Tim Berners Lee: “il web rende libero il mercato e partecipativa la democrazia”

E’ invece dato per scontato anche dal grande pubblico che il Web abbia reso trasparenti i prezi e quindi accentuato la concorrenza e la “pulizia” dei mercati, oltre ad aver abbattuto intermediari e distanze.

Tutto ciò SE Internet resta fuori dal controllo delle oligarchie, ed anche questo è noto ed ovvio.

La minaccia che incombe sul web può venire dal controllo politico ed economico che se ne fa. L’indipendenza della stampa, della circolazione delle informazioni, è ciò che più garantisce la democrazia“. A dirlo in una bella lecture (lezione) ci ha riprovato lo stesso padre del Web. Tim Berners Lee, nel bel mezzo degli Ict Days a Trento. “In futuro – continua Lee – arriveremo alle elezioni online se i governi non vengono tentati dall’usare Internet per controllare o spiare i cittadini”.

“Abbiamo visto – Ha voluto descrivere in opposto– cosa è successo in Egitto quando la gente è stata disconnessa. Il web può essere al contrario utilizzato per rendere ancora più libero il mercato e ancora più partecipativa la democrazia“.

Lo straordinario laboratorio italiano del M5S, che sta influenzando i comportamenti di tutti gli altri sarà applicabile in altri contesti economici, politici e sociali? Continua a leggere Il Web rende partecipativa la democrazia…