Archivi tag: eolico

Impianto Eolico ad Orvieto: Ancora tempo per valutare

“Mancano ancora diversi passaggi prima di poter valutare il maniera efficace e puntuale l’impatto ambientale che i due impianti eolici previsti a in località San Venanzo e Parrano, in provincia di Terni, ma ci auguriamo che tale avvio sia scongiurato, a tutela dell’ambiente e del patrimonio paesaggistico e culturale della zona”. Lo dichiara Filippo Gallinella, deputato umbro del Movimento Cinque Stelle, commentando la risposta all’interrogazione depositata qualche mese fa sulla questione dell’impianto umbro. 
Pag1 -risposta interrogazione“Una risposta che non dice poi molto, ma che lascia intravedere ancora una possibilità di fermare la costruzione dell’impianto in questa particolare zona.
Riteniamo importante – prosegue Gallinella – anzi fondamentale che il nostro Paese si impegni per la produzione di energie rinnovabili che vadano a sostituire, per quanto possibile, il carbone ma, allo stesso tempo occorre anche puntare sul risparmio e, comunque è altrettanto importante preservare la bellezza e del nostro paesaggio, la nostra storia, la nostra cultura e la salubrità del nostro ambiente”. 
“Un’ultima cosa. Questa è la prima risposta che ricevo ad un’interrogazione, e l’atto è datato 6 maggio 2013! A prescindere dalle crisi di Governo, mi auguro – conclude il deputato cinquestelle – che i Ministri prendano l’abitudine di dare riscontro in tempi rapidi ai quesiti posti dai parlamentari. E’ diritto dei cittadini avere delle risposte”
Annunci

Voi non siete soli…

Finalmente il parlamento si avvia.

Filippo Gallinella, portavoce a 5 stelle, eletto nella circoscrizione dell'Umbria.
Filippo Gallinella, portavoce a 5 stelle, eletto nella circoscrizione dell’Umbria.

Servivano le commisssioni permanenti per darce un ordine, stabilire chi fa cosa e come nella sede dove si deve deliberare la politica di oggi e di domani. Il governo, potere esecutivo, serve ad altro, non a fare scelte strategiche ma rispondere alle esigenze contingenti, a render fatto pratico quanto quanto il potere legislativo, il parlamento, delibera, propone o, con i suoi strumenti di controllo, investiga.

Siamo insediati da pochissimo e già cominciamo a tirare i nodi al pettine. Qui nella foto il deputato Filippo Gallinella, eletto nella nostra circoscrizione elettorale, che riporta la vostra voce in quelle lontane aule di Roma, dove diversamente non sareste stati ascoltati.

E’ il megaparco eolico previsto sul Peglia oggetto della sua interrogazione oggi su tutti i giornali locali, ma la voce, gente, è la Vostra.

Mentre tutti infatti avevano tacitamente accettato il progetto la nosta voce fu la prima, in tempi non sospetti ad alzarsi contro questo costoso, inutile e dannosissimo progetto [Link].

eolico 2Nel corso di questi mesi con il nuovo quadro politico tutti, ma proprio tutti ci stanno seguendo e la cosa a noi sta benissimo. Il risultato è importante, ma è anche importante ricordare chi ha tracciato il solco iniziale, Voi.

E’ questa la novità: Voi non siete soli, non più. L’incantesimo che Vi teneva lontani dai palazzi del potere finalmente si sta spezzando, nonostante loro. Adesso la Vostra voce viene portata dentro le stanze dei bottoni ed alta e forte si fa sentire e questo è solo l’inizio.

PS
In arrivo altre interessanti novità, restate sintonizzati e sarà un piacere:

Due pale così

Eolico,

Un’energia rinnovabile ottenuta con gli stessi principi che fanno muovere i mulini a vento delle campagne olandesi. Qualcosa di bellissimo che, per un 1.500 ore di vento efficace (più o meno)  sulle 8760 che fanno un anno è certamente disponibile in un ambito come quello, appunto, dei mulini olandesi, delle aziende, di specifici agglomerati locali e come forma di cogenerazione.

eolico 2La storpiatura sarebbe voler fare i mega parchi all’americana e trarne energia, qui, in Italia, dove non abbiamo le spianate e i deserti del Nevada e dell’Arizona, ma solo uno dei paesaggi più caratteristici ed invidiati del mondo.

Non è strano quindi che, in relazione ad uno scempio simile sul nostro territorio, il M5S sia stato contrario da subito e per primo (qui di fianco la posizione che assumemmo ai tempi del comitato elettorale), ma è straordinario osservare che sono contrari praticamente tutti i sindaci, tutte o quasi le forze politiche e la provincia, la stessa che ha autorizzato il progetto del MegaEolico sul Peglia.

Al solito questa è gente di lotta e di governo che si reinventa ambientalista ma lo fa solo oggi, quando il 5 Stelle è a Roma e devono recuperare una verginità perduta troppo tempo fa.

Non nascondiamoci gente, ci sono tutti coloro che fino a pochi mesi fa erano assolutamente pro sviluppo selvaggio che oggi vestono i panni di finti ambientalisti quindi attenzione, occhio, non dimenticate chi avete affianco quando partecipate ad una manifestazione come quella di oggi ad Orvieto. Non siamo tutti uguali, domani non vorremmo farci due pale così a doverlo rispiegare.

Mega eolico sul Peglia? No, Grazie.

il MoVimento5stelle dei Territori Orvietani esprime la sua netta contrarieta’ al progetto del megaeolico che si vorrebbe costruire sul MontePeglia.

Siamo quindi solidali con la popolazione dei comuni interessati da questo progetto ed inviamo i migliori auguri al neonato Comitato di tutela del montepeglia, dando anche l’appoggio completo alla raccolta di firme avviata dal comitato stesso.

eolico 2

 Con stupore, dati i tempi, si constata che anche questa volta si sia passati disinvoltamente sui luoghi, sulle teste e quindi sui destini di persone che vivono questi luoghi da sempre. Territorio ancora incontaminato quello del MontePeglia, che vedrebbe cosi’ sfumare questa prerogativa oggigiorno sempre piu’ rara e quindi fonte di pregio.

Cosi’, mentre si fanno sempre piu’ numerose le segnalazioni di tentativi simili in tutta la regione, giungono notizie di numerosi problemi giudiziari legati al mondo dell’eolico. Ma questi giochi sulle spalle delle popolazioni stanno per finire!

Entro pochi giorni le urne sentenzieranno la fine di un certo modo di intendere la politica! La cittadinanza deve Sempre poter esprimere il suo parere Vincolante per quanto concerne il proprio territorio, senza sotterfugi burocratici, e il MoVimento5Stelle e’ nato anche per questo, come tra le altre cose per una gestione consapevole e lungimirante delle risorse energetiche.

Prendiamo atto della decisione presa dai sindaci dei comuni interessati di negare il loro appoggio al progetto.Vigileremo da cittadini consapevoli e attivi sugli sviluppi del progetto confidando in un suo abbandono.