Archivi tag: giornata dell’ambiente

Vergaglia (M5S Uscente): Salvini ad Orvieto nella giornata dell’ambiente è un autogol

OGGI È LA GIORNATA MONDIALE DELL’AMBIENTE DEDICATA QUEST’ANNO ALL’INQUINAMENTO DELL’ARIA E C’È SALVINI IN COMIZIO. LE DUE COSE SONO STRETTAMENTE COLLEGATE.

Lo sanno gli orvietani che dove governa la lega, cioè in quella che chiamano Padania, c’è il maggior tasso di inquinamento d’Europa? Che li c’è la maggiore incidenza di allergie e di malattie legate alla cattiva qualità dell’aria dei nostri territori? Anzi che l’aria è così piena delle polveri e dei fumi che si vede dal satellite?

Qui di seguito il commento di Lucia Vergaglia

Continua a leggere Vergaglia (M5S Uscente): Salvini ad Orvieto nella giornata dell’ambiente è un autogol

Annunci

Giornata dell’ambiente 2018

GIORNATA MONDIALE DELL’AMBIENTE 2018.

Il 5 di giugno è la giornata mondiale dell’ambiente proclamata dalle Nazioni Unite degli anni 70 ed è anche un momento di riflessione sulle tante questioni ancora irrisolte che riguardano il territorio nel quale viviamo e più in generale il tipo di mondo che vogliamo lasciare in eredità ai nostri figli. La lotta alle plastiche e all’inquinamento, la corretta gestione dei rifiuti che parta dal recupero e dal riciclo, l’economia circolare cioè il nuovo design industriale ed i nuovi materiali in grado di essere riutilizzati, il risparmio a tutti i livelli energetico e nei consumi con una importante lotta allo spreco, la promozione di una nuova educazione ambientale e civica ed infine quello che inglesi chiamano lifecycle cioè il ragionamento di lungo periodo nelle scelte che facciamo dato che non possiamo più permetterci di fare errori che poi pagheranno le prossime amministrazioni o le prossime generazioni. Qui in un territorio relativamente piccolo e tutto sommato verde come Orvieto tale giornata andrebbe declinata dell’attenzione alla questione della discarica che non deve essere oggetto di lotta politica come invece purtroppo sta accadendo. E va declinata anche in funzione della rinascita di una coscienza riguardante le fonti d’acqua che devono tornare, stante anche la scelta indicata nel recente referendum, del tutto pubbliche e quindi di proprietà e responsabilità dei cittadini. Purtroppo però la qualità del dibattito politico è troppo limitata, focalizzate su piccole contingenze, e distrae da queste cose veramente importanti. Però qualche buona notizia c’è e nasce, ad esempio, dalle scuole che oggi abbiamo potuto visitare facendoci accompagnare dai piccoli delle elementari a visitare gli orti di resilienza del bel progetto “orto in condotta”.

Per ovvie ragioni non possiamo pubblicare foto dei minori ma erano, sappiatelo per certo, tantissimi e felicissimi. Ecco la giornata dell’ambiente è anche quel briciolo di speranza che ti possono dare le nuove generazioni per le quali sentiamo la responsabilità ed il dovere di mantenere le tante promesse che di giorno in giorno ripetiamo, quelle di un mondo migliore.

Con rinnovato impegno noi ci siamo e ci saremo. Sempre.

Giornata dell’ambiente 2014

E’ dal 1972 che esiste la Giornata mondiale dell’ambiente (in inglese World Environment Day o WED), ed ogni anno facciamo la solita conta degli obbiettivi mancati, degli “avremmo potuto…” ed “avremmo dovuto…”.

ambiente-malatoNel nostro piccolo qui ad Orvieto avevamo inserito una forte componente di salvaguardia e “cura” dell’ambiente nel programma elettorale del M5S.

C’erano idee strutturali ed altre di semplice educazione culturale al rapporto tra esercizio della libertà di sviluppo ed il vivere in “filiera” con il territorio, col verde e senza inquinamenti e consumi inutili.

Avevamo persino in programma di piantare alberi per ogni nuovo nato, ed aree verdi per bilanciare la presenza di auto e camion. C’era un progetto esteso di ciclabili, di vie ferroviarie recuperate e rilanciate insieme agli altri comuni collegati, di mobilità elettrica. C’erano le tariffe puntuali sui rifiuti, la tranciabilità di quelli elettrici e pericolosi, le azioni contro gli imballi multipli, la ferma posizione contro i megaparchi energetici sull’Alfina e sul Peglia. C’erano tante cose da fare, che avremmo potuto fare, che avremmo voluto fare…

Ed eccoci ad oggi qui in città, con il M5S fuori dai giochi ed a pochi giorni dal ballottaggio tra Pd e Pdl. Qui, ad Orvieto, dove le tante anime cosiddette “ambientaliste” dure e pure hanno disperso i voti in gran parte lontano dal MoVimento (e da Sel), a fronte di quale programma, di quale idea d’ambiente, non sappiamo. Ed intanto siamo punto e daccapo, o quasi.

Torneremo presto, e pubblicamente, su questa questione e sul ruolo delle associazioni “cosiddette” ambientaliste.

Stay tuned, restate sintonizzati.